Calciomercato Inter, Ausilio fa il punto sul mercato

Il d.s. dell'Inter si espone sul mercato nerazzurro

<> on September 22, 2016 in Milan, Italy.

Il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio ha parlato ieri ai microfoni di Sportitalia riguardo alcune voci di mercato che riguardano la società nerazzurra; oltre a Rafinha e Cancelo (“La speranza è l’ultima a morire“) e Icardi (“Resterà con noi“), Ausilio si è esposto su altri due calciatori.

Il punto su Handanovic

Si rincorrono da giorni le voci che vogliono il numero 1 dell’Inter Samir Handanovic al Napoli; lo sloveno è in forza ai nerazzurri ormai dal 2012 e si è sempre confermato uno dei migliori portieri della Serie A; nella stagione appena passata Handanovic ha difeso egregiamente la porta dell’Inter. Portiere che milita in Italia da 14 anni, formatosi tra le file dell’Udinese che gli ha permesso di fare il salto di qualità.

Il Napoli da parte sua è in cerca del sostituto di Reina, andato al Milan, e avrebbe proprio trovato in Handanovic il ricambio ideale. O almeno, così si pensava; perché, come detto, Ausilio si è esposto sull’argomento, dichiarando: “Handanovic? Assolutamente non vera la proposta del Napoli”. Dunque, se non è una chiusura definitiva, poco ci manca; l’Inter dovrebbe così contare sull’esperto portiere anche nella prossima stagione.

Il punto su Nainggolan

Che Radja Nainggolan sia un obiettivo di mercato dell’Inter è cosa risaputa; pupillo di Spalletti, che lo ha allenato alla Roma, il belga ha concluso una stagione ad altissimi livelli, in cui si è riconfermato come uno dei centrocampisti più appetibili in Europa, nonostante la mancata convocazione ai Mondiali 2018.

La Roma, da parte sua, ha sempre opposto una strenua resistenza per non lasciare andare via uno dei suoi gioielli; difatti, Ausilio ha confermato questa condizione dichiarando: “Nainggolan? Non piace solo a Spalletti, piace anche alla Roma”. I giallorossi non vogliono privarsi del belga, che rimane uno dei pezzi pregiati sul mercato. Un cambio di aria potrebbe essere producente per un calciatore che non ha mai nascosto la sua voglia, un giorno, di provare nuove esperienze, magari nella Premier League, o magari sempre nell’Italia che tanto gli ha dato in questi anni.