La firma sul contratto tarda ad arrivare

Gianluigi Buffon è in attesa di firmare il contratto biennale che lo legherà al PSG fino al termine del 2020. E’ tutto fatto, il portierone percepirà 8 milioni di euro annui e praticamente è con la penna in mano ed il contratto sotto gli occhi. Oggi è un giorno decisivo, non solo per quanto riguarda il futuro di Buffon, ma anche per quanto riguarda la sanzione in arrivo da parte della UEFA. Si sta discutendo sull’entità della squalifica da comminare all’ex portiere della Juventus. Tutto questo a causa di quanto accaduto dal 93′ in poi del quarto di finale tra Real Madrid e la stessa Juventus. Ripercorrere tutto sarebbe troppo lungo e troppo noioso, anche perché ormai la storia è nota a chiunque.

Simeone, tre giornate di squalifica. Buffon ne rischia ALMENO tre

L’accordo tra Buffon e PSG esiste eccome. Ma le parti stanno attendendo la UEFA che si pronuncerà a breve in merito alla sanzione da comminare all’ex numero 1 della Nazionale. Se Diego Simeone è stato squalificato tre giornate per insulti all’arbitro, Buffon potrebbe rischiare di saltare quattro gare della prossima Champions League. Il perché è molto semplice: vengono prese in considerazione anche le parole pronunciate al termine di Real Madrid-Juventus. Quindi in questo caso il PSG dovrebbe pensare a cosa fare con Buffon. Quattro giornate sono tante, significherebbe saltare più della metà delle partite del girone. Però, la società parigina ha pensato bene di prendere l’ex capitano della Juve per vincere la Champions e questa si può vincere dagli ottavi in poi. C’è tutto il tempo per farcela con Buffon in porta. Il problema nascerebbe se la UEFA comminasse a Gigi una squalifica più pesante. In tal caso il trasferimento potrebbe anche saltare, anche se si tratta di un’ipotesi molto remota. Ora non resta che attendere la decisione della UEFA. Dopodiché Buffon e PSG annunceranno definitivamente il futuro del portiere.