Brasile-Svizzera: Coutinho chiama Zuber risponde, è 1-1

Brasile-Svizzera: stecca anche Neymar!

Sembra una prima giornata stregata per le big. Dopo Argentina e Germania infatti, anche il Brasile fa un mezzo passo falso.

Primo tempo

La gara inizia con le due squadre che si studiano, e nessuno riesce a prendere il sopravvento. Con il passare dei minuti però il Brasile prende coraggio e si fa vedere sempre di più dalle parti di Sommer. Al 20° infatti arriva il vantaggio verdeoro con una magia di Coutinho. Il centrocampista del Barcellona stoppa un pallone al limite dell’area e fa partire un tiro imprendibile, che si infila all’incrocio dei pali. Dopo il gol il Brasile prende in mano il pallino del gioco, e una Svizzera con poche idee si rinchiude nella propria metà campo. Verso la fine della prima frazione Thiago Silva va vicino anche al raddoppio, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma la palla esce di poco sopra la traversa.

Secondo tempo

Nella ripresa parte subito forte la Svizzera, che cambia totalmente marcia, mettendo in difficoltà i sudamericani. Atteggiamento che dopo pochi minuti porta i suoi frutti. Al 50° arriva infatti il pareggio: Zuber salta più in alto di tutti su un corner di Shaqiri e insacca alle spalle di Alisson, siglando il gol dell’1-1. Successivamente la partita rientra in un momento di equilibrio, con poche occasioni da entrambe le parti e ritmi non elevatissimi. Nel finale il Brasile va vicino a trovare di nuovo il vantaggio, ma i tentativi di Firmino prima e Miranda poi, non vanno a buon fine.

Totalmente nell’ombra il tanto atteso Neymar, che si fa vedere poco, con guizzi spesso inutili ed inefficaci. Un punto a testa dunque per Brasile e Svizzera, che si mettono alle spalle della Serbia, momentaneamente in testa al girone E.