Dai dubbi alla qualificazione

Il Brasile batte 2-0 la Serbia e si guadagna un posto agli ottavi di finale di questo Mondiale 2018. In questo momento le qualificate, quando mancano solamente 3 gare al termine della fase a gironi, sono: Russia, Uruguay, Spagna, Portogallo, Francia, Danimarca, Croazia, Argentina, Brasile, Svizzera, Svezia e Messico. Già agli ottavi anche Inghilterra e Belgio, le quali si affronteranno questa sera per definire le posizioni. Da definire il Girone H, con Giappone, Colombia e Senegal che se la giocheranno oggi.

Per quanto riguarda il Brasile, nella prossima sfida, affronterà il Messico, ieri reduce da una pesante sconfitta contro la Svezia, che ha di fatto estromesso i campioni in carica della Germania. La Seleçao si è qualificata come prima nel Girone E davanti alla Svizzera. In questo modo, il Brasile ha spazzato via i dubbi nati dopo il match d’apertura contro la stessa Nazionale elvetica.

Dagli ottavi sarà tutto diverso

Il percorso nel proprio girone del Brasile non è stato brillantissimo. Sì ne ha vinte due su tre, però la Nazionale di Tite ha faticato in più occasioni ad ottenere un buon risultato. Contro la Svizzera, il Brasile ha giocato sotto ritmo ed ha pareggiato contro una selezione non così straordinaria dal punto di vista prettamente tecnico. Poi contro la Costa Rica, il Brasile ha impiegato 91′ per segnare a Keylor Navas. Senza nulla togliere alla coriacea fase difensiva della Costa Rica, ma il Brasile avrebbe potuto fare meglio. Ieri contro la Serbia, la prestazione della Seleçao è stata positiva, in quanto ha creato tante occasioni, confermandosi una squadra in crescita in vista degli ottavi. Da ora in avanti sarà tutto differente. Adesso iniziano i match da dentro o fuori. Chi sbaglia di più viene eliminato. Neymar e compagni dovranno dimostrare che il Brasile, anche quest’anno, è la candidata numero uno alla vittoria finale. O’Ney dovrà dimostrare di essere il vero trascinatore della sua Nazionale, senza perdersi in banalità fini a se stesse. Da adesso si fa sul serio, ed il Brasile vuole dimostrare di essere ancora una volta la Nazionale più forte del mondo.