Barcellona, Atletico KO e Liga (ri)chiusa

BARCELLONA, ATLETICO KO E LIGA (RI)CHIUSA

Erano bastate cinque partite all’Atletico Madrid per riaprire la Liga. Il Barcellona infatti aveva perso sei punti pareggiando contro squadre non irresistibili, del calibro di Las Palmas, Getafe ed Espanyol. Nello stesso periodo i Colchoneros erano stati impeccabili, non lasciando nemmeno un punto per strada e tornando a sognare un titolo, che solo qualche settimana fa sembrava inarrivabile.

Sono bastati novanta minuti, però, ai blaugrana per richiuderla definitivamente. L’Atletico Madrid si è presentato allo scontro diretto con il morale a mille, ma non aveva fatto i conti con un uomo. Anzi, definirlo uomo potrebbe anche sembrare offensivo nei confronti di chi umano lo è per davvero, perché Leo Messi, penso sarete tutti d’accordo, è un autentico marziano.

È bastata la “solita” magia su punizione alla pulce argentina per indirizzare a metà primo tempo l’ennesimo scontro decisivo della sua carriera. Da lì in poi i blaugrana sono entrati in modalità controllo e non hanno più concesso agli uomini di Simeone di rimpinguare le proprie speranze.

Così i Colchoneros, che potevano andare a dormire a -2 dai rivali catalani si ritrovano invece a -8 e subiscono una mazzata tremenda dal punto di vista psicologico. E a questo punto sulla lotta scudetto in Spagna sembra proprio essere scritta la parola “fine”.