Australia-Perù: probabili formazioni, precedenti e curiosità del match

AUSTRALIA-PERÙ

L’ultima giornata del girone C vede affrontarsi Australia e Perù al Fisht Olympic Stadium di Sochi. L’Australia per sperare nel passaggio del turno deve vincere e sperare in una sconfitta della Danimarca con la Francia. Ecco probabili formazioni, precedenti e curiosità del match.

QUI AUSTRALIA

Nell’Australia di van Marwijk c’è un cambio forzato in attacco. Infortunato alla spalla il titolare Nabbout, verrà sostituito da Juric. Sulle fasce confermati Kruse e Leckie, a centrocampo gira tutto intorno a Rogic.

QUI PERÙ

Nonostante la qualificazione ormai sia sfumata il Perù vuole conquistare i primi punti di questa competizione. Sempre vivo il ballottaggio tra Guerrero e Farfan in attacco con il primo leggermente in vantaggio. Sulla trequarti Cueva, Carrillo e Flores.

PROBABILI FORMAZIONI

AUSTRALIA (4-3-3): Ryan; Risdon, Sainsbury, Milligan, Behich; Jedinak, Rogic, Mooy; Leckie, Juric, Kruse. All. van Marwijk

PERU’ (4-2-3-1): Gallese; Advíncula, Ramos, Rodriguez, Trauco; Aquino, Yotun; Carrillo, Cueva, Flores; Guerrero. All. Gareca.

PRECEDENTI

Le due squadre non si sono mai incontrate nella loro storia.

CURIOSITÀ

  • Con le due sconfitte consecutive per 1-0 nelle due partite iniziali, il Perù è già fuori prima di questa partita. Avendo subito la decima sconfitta ai Mondiali (4 vittorie, 3 pareggi, 10 sconfitte), l’ultima vittoria in Perù in un Mondiale risale ad Argentina 1978.
  • Mile Jedinak dell’Aston Villa ha segnato in ognuna delle due gare iniziali dell’Australia, portando i suoi gol in nazionale a 20 in 78 presenze.
  • Il portiere Pedro Gallese ha mantenuto la porta inviolata 39 volte in 151 presenze casalinghe.
  • L’Australia è vicina a ripetere la prestazione che ha avuto a Sudafrica 2010 (1 sconfitta, 1 pareggio, 1 vittoria) – in quell’occasione, vinse la terza partita per 2-1.
  • Dal 1930, il Perù ha visto cinque partite emozionanti da più di 3,5 gol alle fasi finali di un Mondiale, con 27 gol segnati totali (1 vittoria, 4 sconfitte).
  • Se la Francia vincesse per 2-1 e l’Australia vincesse per 1-0, il secondo classificato del girone sarà deciso sui punti Fairplay (la Danimarca ha un cartellino in più).