Arsenal-Torreira, è il momento del salto di qualità per l’uruguaiano?

Arsenal-Torreira / Manca ancora l’ufficialità, ma Lucas Torreira è virtualmente un nuovo calciatore dell’Arsenal. Il passaggio dalla Sampdoria ai Gunners si è concretizzato per circa 30 milioni di sterline, una cifra che consentirà ad Unai Emery di lavorare con uno dei centrocampisti più promettenti di tutto il panorama internazionale.

Il nuovo Arsenal prende forma

Lucas Torreira è il secondo giocatore acquistato da questo nuovo corso dell’Arsenal dopo Stephan Lichtsteiner. Nel 4-3-3 di Emery, entrambi i giocatori potrebbero trovare lo spazio giusto per rilanciarsi (nel caso di Lichtsteiner) e per confermare quanto di buono fatto vedere finora.

I Gunners sono una squadra che, fin da quando Wenger è stato in carica, ha sempre fatto della fase offensiva il suo punto di forza. La fase difensiva, invece, è sempre stato il punto debole del club, con difensori spesso non all’altezza o sopraffatti dalle aspettative.

In una squadra che rischia di essere, spesso, sbilanciata in avanti, il centrocampo avrà un ruolo di inestimabile valore. In questo momento, gli interpreti della mediana sarebbero: Xhaka, Ramsey, Elneny, Wilshere e, appunto, Torreira. Premesso che Wilshere potrebbe cambiare aria in estate (su di lui c’è anche la Juve), ecco che l’uruguaiano potrebbe partire titolare nelle gerarchie o, al massimo, diventarne la prima alternativa.

Il modulo prediletto di Wenger negli ultimi tempi è sempre stato il 4-2-3-1, con Ramsey e Xhaka spesso impiegati nella mediana a due uomini. In un possibile passaggio al 4-3-3, Torreira sarebbe l’uomo ideale per stare davanti alla difesa, venendo da una squadra che ha fatto del centrocampo a 3 il suo credo. E, guarda caso, il vertice basso è sempre stato Torreira.

Quel ruolo, finora, è sempre stato occupato dall’egiziano Elneny. L’ex Basilea, più interditore che uomo di ordine, sarebbe il complemento perfetto per Torreira. E’ quindi possibile che, lì in mezzo, sarà lotta a due in base a quanto Emery vorrà dare ordine o a quanto vorrà spezzare il gioco avversario.

Possibile consacrazione

Anche a livello nazionale, Torreira è un giocatore in piena rampa di lancio. Sarà, infatti, come molti suoi nuovi compagni, in Russia a giocarsi il Mondiale con l’Uruguay. L’Arsenal è stato previdente, pagando la clausola rescissoria in modo tempestivo, consci del fatto che una buona rassegna avrebbe aumentato di molto la concorrenza.

La sua crescita sta continuando in modo graduale. Prima il Pescara in Serie B, poi la Sampdoria in Serie A e ora l’Arsenal in Premier League. Una crescita a gradini, finora nessun salto nel vuoto o passo troppo lungo.

La carriera di Torreira è solo all’inizio di quella che sembra una scalata verso la cerchia ristretta dei grandi centrocampisti.