Non sempre la migliore vince

L’Argentina fatica ma contro la Nigeria vince 2-1 e trova 3 punti fondamentali per il passaggio del turno. Dopo lo sconforto e la depressione post Argentina-Croazia 0-3, l’Albiceleste riesce ad avere la meglio sulla formazione africana e si è qualificata da seconda agli ottavi di finale del Mondiale 2018. Possono esultare ora i tifosi, dopo lo psicodramma costata la vita ad un argentino, che si è tolto la vita all’indomani della sconfitta subita contro i biancorossi. Tornando al calcio, la squadra di Sampaoli ha vinto solamente con i singoli e con una buona dose di fortuna, in quanto non meritava pienamente il passaggio del turno. Ma così è il calcio, così sono le competizioni al eliminazione diretta. Finalmente torna al gol Lionel Messi, una rete fondamentale che significa qualificazione agli ottavi di finale.

Sampaoli nuovamente nella bufera

Può tirare un sospiro di sollievo la Nazionale Argentina, in quanto almeno per il momento potrà concentrarsi sul prossimo obiettivo da raggiungere. Il c.t. Sampaoli, però, è nuovamente sprofondato nella bufera. Dopo l’accusa di molestie sessuali ed uno spogliatoio che si è rivoltato dopo il pari contro l’Islanda e la sconfitta contro la Croazia, ora l’ex allenatore del Siviglia dovrà fare i conti anche con un’immagine ripresa in mondovisione. A quanto pare, Sampaoli non è colui che tiene le redini dello spogliatoio, come sosteniamo da settimane, bensì da Mascherano e Messi, due leader carismatici della squadra. Verso la fine della partita contro la Nigeria, la Pulce si avvicina a Sampaoli il quale gli chiede: “Lo metto Aguero?”. Messi avrà risposto affermativamente, in quanto il Kun entra a 15′ dalla fine. Insomma, è palese quanto affermato prima dei Mondiali: è Messi colui che all’interno dello spogliatoio della Seleccion prende le decisioni. Da qui si capiscono tante cose, come ad esempio la mancata convocazione di Mauro Icardi.

https://platform.twitter.com/widgets.js