André Silva ai saluti, Siviglia vicina a chiudere con il portoghese.

André Silva ai saluti, Siviglia vicina a chiudere con il portoghese. Un futuro ormai lontano da Milano e dall’Italia per André Silva. Il classe 95′, arrivato appena l’estate scorsa per la cifra di 40 milioni dal Porto, è destinato a cambiare aria. Il portoghese ha deluso le aspettative degli addetti ai lavori, non è mai riuscito ad inserirsi negli schemi di Montella (prima) e Gattuso (poi). Troppa pressione forse, per il ragazzo arrivato a Milanello con l’etichetta del fenomeno stampata addosso. Complice della sua pessima annata anche i ruoli non troppo azzeccati assegnati al giocatore. Scarso il bottino collezionato in una sola stagione, 24 presenze e soli 2 gol, per una punta che l’estate scorsa, veniva cercata da mezza Europa. In un’intervista rilasciata a metà stagione, il calciatore portoghese aveva confessato il suo malessere, difficoltà con la lingua, difficoltà nel adattarsi ad un calcio molto tattico come quello italiano. Ora per André, si prospetta una nuova avventura per potersi rilanciare, il Siviglia. La società spagnola sta per chiudere con il Milan sulla base di un prestito secco per un anno.

Scelta azzeccata o disperata?

Dubbia, ma non troppo, la decisione presa dal club rossonero di privarsi della punta portoghese. Con l’arrivo in squadra di Higuain, che andrà a contendersi il posto da titolare con Cutrone, le possibilità di vedere Silva in campo sarebbero state sempre più basse. Dopo la cessione di Kalinic, il Milan, probabilmente, non voleva far screditare ulteriormente il portoghese. Per questo la decisione di cederlo in prestito secco. Le speranze del Milan sono quelle di far ritrovare gioco e continuità a Silva, in modo da poterlo reinserire nell’organico. L’addio della punta non confermerebbe a priori delle operazioni in entrata in quel settore, ma le vie del mercato sono infinite. Ora il club rossonero da priorità al centrocampo, con Bakayoko sempre più vicino. Non resta che sperare di continuare a vedere l’André Silva di questo pre-season, che di certo non ha sfigurato, ricordando che i margini di crescita sono enormi per un classe 95′ con le sue potenzialità.