Allegri giura fedeltà alla Juventus. Adesso può davvero iniziare un nuovo ciclo

Allegri giura fedeltà alla Juventus / Massimiliano Allegri e la Juventus, adesso la storia può ufficialmente continuare. Dopo l’ufficialità dell’arrivo di Lopetegui sulla panchina del Real Madrid, il tecnico livornese ha rivelato a SkySport di aver ascoltato un’offerta di Florentino Perez, ma di averla rispedita al mittente. Motivo: aveva già dato la sua parola ad Andrea Agnelli.

Questione di fedeltà

Se Allegri fosse andato al Real Madrid, alla fine dei conti, molti dei tifosi della Juventus lo avrebbero capito e, probabilmente, perdonato. In fondo, il punto è sempre lo stesso, sarebbe stata un’occasione unica, magari da non lasciarsi sfuggire. E invece Allegri è rimasto. Non ha abbandonato la nave che ha traghettato in ogni porto da quattro anni a questa parte. Ha deciso di mettere da parte l’ambizione per onorare una promessa.

Ricorderete quanto accaduto quattro anni fa, quando Allegri arrivò a Torino. Lo fece per sostituire Antonio Conte che, al contrario dell’ex Milan e Cagliari, decise di lasciare per allenare la Nazionale. Lo fece, inoltre, a metà luglio a ritiro iniziato, quando le scuse e le possibili giustificazioni erano meno ben accette. Ancora oggi, infatti, sono in tanti i tifosi bianconeri che non hanno perdonato l’attuale manager del Chelsea.

Un nuovo futuro

Può ufficialmente iniziare, dunque, un nuovo ciclo di Allegri sulla panchina della Juventus. Il suo contratto dura ancora due stagioni e, nell’anno venturo, andrà a caccia dell’ottavo scudetto consecutivo della Juventus, il quinto personale. Sarebbe fantascienza.

Il mercato è in fermento: Perin è arrivato, Emre Can quasi, Cancelo e Golovin potrebbero essere i prossimi colpi, Milinkovic Savic è il sogno. Marotta, Paratici e Nedved sono al lavoro sette giorni su sette per accontentare Max Allegri, che ha giurato fedeltà, ma vuole che questa scelta sia ripagata da un buon lavoro sugli altri fronti. La squadra è completamente con lui, la dirigenza pure. Alla fine dei conti, anche la maggior parte dei tifosi si è addolcita nei suoi confronti, mettendo da parte lo scetticismo dettato da un gioco non sempre brillante. La Juventus è con Allegri. Allegri è con la Juventus. E sarà così, magari, ancora a lungo.