Verso Fiorentina-Juventus: Viola pronti al salto di qualità?

La Fiorentina di Pioli non ha ancora trovato la quadra del cerchio in questa stagione.
Ben 5 pareggi consecutivi e la vittoria che manca da quasi 2 mesi.
I problemi sono molteplici e non risolvibili nel breve periodo.

E’ evidente come manchi una vera prima punta, capace di fare la differenza negli ultimi 10 metri, cosa che Giovanni Simeone non sembra essere in grado di poter fare.
I gol sono arrivati soprattutto da centrocampo con Benassi e Veretout i più presenti nel tabellino dei marcatori.
Anche davanti, oltre al Cholito, i nuovi innesti non si stanno rivelando all’altezza: Pjaca e Mirallas non stanno dando un contributo importante nella finalizzazione delle azioni.
Unica nota positiva le prestazione di Federico Chiesa, che nonostante la giovane età, è l’unico a mettere palloni in mezzo e a provare la conclusione in porta.
Sicuramente il più pericoloso dei Viola.

Pioli avrà molto lavoro da fare, ma spera nell’impresa di strappare un punto alla Juventus inarrestabile di Cristiano Ronaldo. La Fiorentina, come si è visto, è capace di dare il meglio soprattutto contro le Big. Già in questa prima parte di campionato ha messo a dura prova l’Inter, e ha fermato anche la Roma.
Pioli dovrà pensare già alla prossima partita contro l’Empoli per evitare i ripensamenti di una dirigenza, spesso contestata dai tifosi per la poca voglia di crescere in grande.