Velazquez al capolinea: il punto sulla sua esperienza friulana

Velazquez al capolinea

Julio Velazquez, allenatore classe 1981, ha appena concluso la sua esperienza sulla panchina dell’Udinese. È entrato nella storia della Serie A come uno degli allenatori più giovani ad essere al comando di una squadra del campionato italiano.

Il percorso

L’Udinese ha voluto scommettere su di lui. L’allenatore spagnolo ha iniziato la sua carriera a soli 31 anni. Proprio in Spagna è cominciata la sua esperienza, partendo dalla Segunda Division. Le difficoltà sulla panchina dell’Udinese sono nate anche dalla difficoltà della lingua, come sottolineato dall’ex bianconero Fausto Rossini: “Lavorare a Udine, con l’80% di calciatori stranieri in rossa, non è facile. Perché serve anche una coesione che non si trova facilmente, soprattutto se ci sono elementi provenienti da ogni angolo del mondo.”

L’esonero

Non è ancora ufficiale, ma a breve Julio Velazquez sarà esonerato. Fatale è stata la sconfitta di Empoli che ha lasciato il tecnico spagnolo e la sua Udinese con uno scarso bottino di un punto nelle ultime sette gare. L’Udinese con nove punti nelle prime dodici giornate di campionato è stata agganciata proprio dall’Empoli al terz’ultimo posto, nella zona bassa della classifica. La decisione finale del club è attesa in serata, come annunciato dal direttore tecnico friulano Daniele Pradè.

I possibili sostituti

Lo stesso direttore tecnico ha annunciato che la società sta vagliando i possibili sostituti dell’allenatore spagnolo. Ha dichiarato: “Sono usciti tanti nomi, da Nicola a Carrera, ma noi siamo ancora in fase di valutazione”. Sembra proprio Davide Nicola il prossimo allenatore della squadra friulana. In serata, oltre all’esonero di Julio Velazquez, dovrebbe arrivare l’annuncio della nuova guida tecnica dell’Udinese.