Uefa, quarta sostituzione: ecco un’altra rivoluzione nel mondo del calcio

Si sa, il calcio è uno sport sempre in evoluzione. Ed è così che, dopo la goal-line technology e il Var, la Uefa è pronta ad approvare la quarta sostituzione. Secondo il quotidiano spagnolo Marca, la Uefa non avrebbe più dubbi, la quarta sostituzione nel mondo del calcio è necessaria ed è stato l’argomento principale della riunione esecutiva che si è tenuta a Bratislava.

Perchè è necessaria?

Sarri se ne è lamentato tanto. In un calcio in cui ogni 3 giorni si scende in campo, la quarta sostituzione è una valida risorsa per gli allenatori, che hanno così la possibilità di far rifiatare un maggior numero di giocatori. Tutelare la salute dei calciatori è la priorità e giocatori più riposati e più in forma possono certamente far aumentare lo spettacolo. Certo è che due sostituzioni in più (una per ogni squadra) renderanno il gioco certamente più spezzettato e più tendente a perdite di tempo. Ma è certo che per gli allenatori non può che essere una risorsa importante.

Dove è stata sperimentata?

La quarta sostituzione in realtà non è una novità così recnte. Dal 2016 infatti, la Uefa la sta sperimentando in campionati europei di nazionali minori. La prima volta negli europei femminili Under 19 del 2016 e negli europei femminili maggiori, sempre nello stesso anno. Nel 2017 è stato il turno sempre degli europei femminili (Under 19 e nazionale maggiore) ed anche degli europei maschili Under 21. Sono stati test che hanno dato riscontro positivo. Il mondo del calcio è pronto ad un nuovo grande rinnovamento.