Udinese-Roma 1-0: analisi del match. Nicola esordio col botto!

Udinese-Roma 1-0

Alla Dacia Arena di fronte al pubblico amico, un’Udinese tutta grinta e cuore, come aveva chiesto il mister Nicola, stoppa una Roma apparsa oggi abbastanza svogliata e incapace di segnare nella porta difesa da Musso. Decisivo il gol di Rodrigo De Paul che oggi ha dato l’anima per la squadra.

Primo tempo

Inizio partita piuttosto tranquillo con le squadre che si studiano senza affondare. Unica azione degna di nota è un tiro del pimpante El Shaarawy al minuto 8 che, dopo un triangolo veloce con Kluivert, tira dal limite ma Musso para. Udinese molto abbottonata e ordinata pronta a colpire in contropiede. Al 26′ buona occasione per i friulani con Fofana che ruba palla a centrocampo e prova l’imbucata per De Paul, Fazio si rifugia in fallo laterale.

Al 28′ altra ripartenza dei ragazzi di Nicola che si conclude con un colpo di testa di Pussetto dal dischetto del rigore, di poco fuori. Assist di De Paul. Al minuto 31 buona conclusione di Behrami ben posizionato al limite dell’area. Si rivede la Roma che si procura occasioni con Kolarov al 33′, fuori da 20 metri, Shick al 35′ colpo di testa parato e ancora Kolarov al 41′ che da destra spara un fendente deviato in angolo da Musso. Non succede più nulla fino al fischio di Fabbri che manda tutti a prendere un The dopo 46′.

Secondo tempo

Si ricomincia come al primo tempo, Roma con possesso palla sterile e Udinese chiusa e pronta a colpire. Al 54′ gol Udinese : rimessa laterale e Pussetto indovina di tacco l’imbucata per De Paul che penetra in area, si libera di Juan Jesus e fulmina Mirante in uscita.

Si accende la partita, la Roma prova subito a reagire e al 57′ su calcio d’angolo Nzonzi, solo vicino l’area piccola, manda incredibilmente fuori di testa. Al 62′ gol annullato all’Udinese: Pussetto realizza una bella rete ma l’azione era viziata da un fallo di mano (intervento del VAR).

Di Francesco prova a a giocarsi tutto il potenziale d’attacco inserendo Under prima e Dzeko poi nel tentativo di raddrizzare la partita. L’Udinese ormai è chiusa nella sua trequarti e prova ad agire in contropiede. Fioccano le occasioni da ambo le parti con Pellegrini (che uscirà al 80′ per infortunio muscolare) al 77′ con un gran tiro alzato sulla traversa dal portiere friulano, e soprattutto per Machis che in rapido contropiede si divora il colpo del KO facendosi ipnotizzare da Mirante. Ancora Dzeko 2 volte di testa ci prova, ma il fortino udinese regge all’assedio fino al termine portando a casa una meritata vittoria.