Udinese-Milan 0-1: analisi del match. Romagnoli nel finale fa volare i rossoneri!

UDINESE-MILAN 0-1

Al termine di una partita pazzesca il Milan ottiene l’intera posta in palio a Udine. Decide ancora una volta il gol di Romagnoli nel finale, subito dopo l’espulsione di Nuytinck.

PRIMO TEMPO

Prova subito a manovrare l’Udinese, con i ritmi che in avvio sono abbastanza compassati. La prima occasione di gara è per il Milan, con la girata di Higuain che finisce fuori di poco. L’Udinese risponde con il tiro dalla grande distanza di Pussetto, parato da Donnarumma. Suso ci prova con il solito mancino a giro velenoso, ma la palla termina a lato di un soffio. A poco a poco crescono i padroni di casa che vanno vicini al vantaggio prima con Mandragora e poi con Lasagna. Del Milan il più pericoloso è sempre Suso, che chiama Musso alla parata sul primo palo. Al 35′ il gran colpo di scena: si fa male Higuain e deve abbandonare la gara, al suo posto entra Castillejo. I rossoneri tuttavia continuano a spingere e Cutrone costringe al grande intervento Musso con un tiro di mancino da fuori.

SECONDO TEMPO

A inizio ripresa il Milan sembra la squadra più decisa a vincere la partita. Castillejo ci prova dal limite, ma ancora una volta è bravissimo Musso. Qualche minuto dopo sempre lo spagnolo libera Suso in mezzo all’area, ma il numero 8 rossonero spara alto da buona posizione. La partita si innervosisce, i contrasti si fanno duri e l’arbitro è costretto più volte a estrarre i cartellini. Il più pericoloso in campo è sempre Castillejo, che ci prova anche con tiri da fuori. Lasagna strappa la sfera a Zapata e chiama Donnarumma alla parata sul primo palo. Il finale è incredibile: Nuytinck viene espulso per uno sgambetto a Castillejo e al 97′ Romagnoli con il mancino sotto l’incrocio decide la seconda partita in pochi giorni.