Bernardeschi a rischio operazione, Juventus alle corde. Cosa cambia senza l’ex Viola?

Juventus, si ferma Bernardeschi

Dubbi e incertezze sull’infortunio di Bernardeschi. Il gioiellino ex Fiorentina allarma i tifosi juventini proprio nel momento clou della stagione. A fare un po’ di chiarezza ci ha pensato il tecnico Max Allegri nell’ultima conferenza stampa pre Atalanta, affermando che durante il Derby contro il Torino, Bernardeschi è stato vittima di un trauma distorsivo al ginocchio sinistro. Si attendono dunque altri esami tra una ventina di giorni per verificare l’effetto positivo o meno della terapia, con i fantasmi di un’operazione che significherebbe stagione finita.

Una pedina fondamentale nelle mani di Allegri

Una vera e propria beffa, considerando il momento d’oro che stava vivendo. Dopo l’arrivo in bianconero, data anche la grossa concorrenza con Dybala, Douglas Costa, Cuadrado e all’occorrenza Mandzukic, l’ex viola sembrava essere destinato alla panchina. Con il passare dei mesi, accumulando prestazioni sempre più sorprendenti, stava dimostrando di essere all’altezza di vestire una maglia da titolare anche in una squadra che ha altri obiettivi rispetto alla più modesta Fiorentina. Bianconeri che, qualora gli esami andassero per il peggio, perderebbero una pedina ormai fondamentale per il gioco di Allegri. E di essere fondamentale lo ha dimostrato nel derby di due settimane fa contro il Torino, dove pur essendo acciaccato e subentrando dopo 15′ per l’infortunio di Higuain, è stato tra i migliori in campo servendo anche l’assist per il gol-partita di Alex Sandro. Certo, di alternative la Juventus ne ha, ma oltre ad una questione calcistica è anche una questione di cuore, dato che il sinistro magico arrivato da Firenze ha conquistato ormai tutti i tifosi bianconeri.