Spalletti spinge per l’arrivo di Nainggolan: è l’uomo giusto per l’Inter?

Il belga nuovamente nel mirino dei nerazzurri

Come ormai succede da svariate stagioni, il centrocampista belga Radja Nainggolan entra nell’orbita del mercato nerazzurro; il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti, preme per l’arrivo di colui che farebbe fare il definitivo salto di qualità in una squadra comunque in netta crescita.

Un obiettivo di lunga data

Radja Nainggolan è ormai diventato uno dei centrocampisti più forti nel panorama europeo; un calciatore moderno, dotato di una grandissima tecnica, alto temperamento e un ottimo tiro, che sta facendo le fortune della Roma da quattro anni a questa parte.

Il belga, in ogni finestra di mercato viene accostato alle big d’Europa, come il Chelsea, il Manchester United, la Juventus ecc., ma, a conti fatti, la squadra che torna con più ricorrenza ad alimentare questi rumours rimane sempre l’Inter. La squadra di Milano è in prima fila nella corte a Nainggolan da diversi anni e dopo la grande stagione, conclusa con la qualificazione in Champions League, non vuole smettere di sognare, e per farlo ha messo nel mirino proprio il centrocampista.

Nainggolan, nello scacchiere di Spalletti, avrebbe il ruolo di diga del centrocampo, o anche di trequartista al servizio delle due punte, ma ad ogni modo sarebbe un innesto di qualità assoluta, l’ideale per affrontare al meglio un’altra stagione che ci dirà se i nerazzurri meritano di rimanere nei palcoscenici che contano.

Ricerca di stimoli

Radja dal canto suo, assume spesso una posizione pressoché imparziale riguardo il mercato. In alcune occasioni manifesta una certa insofferenza circa la sua permanenza a Roma, salvo poi tornare sui suoi passi e giurare fedeltà ai colori giallorossi, cui è legato fino al 2021.

Il belga però, potrebbe avere il bisogno di nuovi stimoli e di un nuovo rilancio: in primo luogo, dopo la grandissima stagione conclusa dalla Roma, riuscita nell’impresa di arrivare fino alle semifinali di Champions League, una stagione difficilmente ripetibile; in secondo luogo, perché Nainggolan è molto deluso dall’ennesima, mancata convocazione in Nazionale per i Mondiali in Russia.

Una manifestazione in cui il centrocampista avrebbe indubbiamente meritato di partecipare, e che invece sarà costretto a guardare da casa. Ma questo è, sarà un’estate rovente sotto tutti gli aspetti per il belga, e chissà che questo non sia l’anno buono per ammirarlo con un’altra maglia.