Spal-Sassuolo 0-2, analisi del match: De Zerbi fa turnover ma il risultato non cambia, vittoria e 3º posto!

Il derby emiliano tra Spal e Sassuolo al Mazza termina con la vittoria dei neroverdi per 2-0 con reti di Adjapong e Matri.

PRIMO TEMPO

La prima frazione parte a ritmi molto bassi, complice il fatto che le due squadre vogliono prima un po’ studiarsi e poi cercare di affondare il colpo. Per annotare la prima chance sul taccuino bisogna aspettare il 19’ ed è firmata dalla Spal. L’azione nasce da palla inattiva con Felipe che a pochi passi da Consigli spara addosso al portiere neroverde, bravo a respingere d’istinto. La risposta della squadra di De Zerbi arriva dopo la mezz’ora con Boga che chiama all’intervento Gomis e Babacar che invece sfiora il palo. Finisce quindi a reti inviolate il primo tempo al Paolo Mazza.

SECONDO TEMPO

La ripresa parte subito con la Spal determinata a trovare la rete del vantaggio. Al 51’ serve un grandissimo intervento di Consigli per sventare il sinistro a giro di Petagna. Sull’angolo seguente arriva anche il vantaggio della squadra di Semplici con Simic, ma il guardalinee nota la posizione di fuorigioco dell’ex Milan. Tutto ad un tratto ed un po’ a sorpresa però a colpire è il Sassuolo. È il 59’ quando Babacar conclude in diagonale, Gomis respinge ma sulla ribattuta è sfortunato Felipe che spazza la sfera su Adjapong e il pallone termina in rete per il vantaggio fortunoso dei neroverdi. Non arriva la risposta dei padroni di casa ed è sempre il Sassuolo ad arrivare più volte vicinissimo a trovare la rete. Al 90’ arriva proprio il raddoppio della squadra di De Zerbi con il nuovo entrato Matri che servito da Djuricic prima viene ipnotizzato da Gomis ma sulla ribattuta non sbaglia. Gol quindi che regala altri 3 punti importanti al Sassuolo che vola al 3º posto in solitaria e si candida come rivelazione di questo campionato. Seconda sconfitta consecutiva per la Spal che dopo un inizio boom inizia a rallentare.