Spal-Empoli: analisi e dichiarazioni. Kurtic argina l’Empoli

Termina con un pareggio la sfida del Paolo Mazza: vantaggio dei ferraresi con un colpo di testa di Kurtic al 5', a cui risponde Caputo al 24'. Krunic sposta gli equilibri e Cionek viene espulso. La Spal in dieci reagisce, ancora con lo Kurtic ancora di testa al 67'.

Al momento del fischio d’inizio la squadra di mister Semplici occupa la quindicesima casella in campionato, quella di Iachini la diciassettesima. Gol, occasioni, ritmi alti e spettacolo nell’anticipo della quattordicesima giornata di Serie A. Si parte fortissimo Al Paolo Mazza. Grande palla gol al 3′ sui piedi di La Gumina. Da elogiare Traoré che sfrutta un errore di Vicari in area, cerca e trova il fondo per mettere in mezzo nel caos dell’area piccola. La Gumina manda alto da pochi passi. Al 5′ Kurtic apre le marcature e firma l’1-0, sblocca il risultato di testa sul calcio d’angolo ben calciato da Schiattarella. I toscani, tuttavia non mollano la presa e si fanno sempre più insistenti davanti alla porta difesa da Gomis prima del pareggio di Caputo, Krunic lancia il numero 11 che punta la porta e batte Gomis. Settimo gol in questo campionato per Caputo. A due minuti dalla fine del primo tempo, l’Empoli trova il sorpasso con Krunic, missile di Krunic da fuori area che non dà scampo a Gomis.

Nella ripresa la Spal, nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Cionek, intervenuto in modo ingenuo su La Gumina, raggiunge il pari ancora con Kurtic ancora di testa, autore di una doppietta e migliore in campo.

Le dichiarazioni di Iachini:

C’è rammarico perché abbiamo creato tanto e i ragazzi hanno fatto una grande partita. Abbiamo creato molto e concesso poco, purtroppo quando siamo andati in superiorità numerica non abbiamo capito come gestire la partita”“Dovevamo continuare a giocare e palleggiare meglio – prosegue Iachini – in quel momento invece abbiamo smesso di far ciò che avevamo preparato e loro sull’unico tiro in porta del secondo tempo hanno pareggiato. L’attenzione non può calare perché oggi abbiamo visto che un episodio ti può rovinare la gara”. In conclusione elogia il suo gruppo I ragazzi però stanno lavorando bene e sono sulla strada giusta. C’è tanto margine di crescita”.