Serie A, come il rinvio di Juventus-Atalanta potrebbe influire sulla classifica attuale

Come è noto ormai da 24 ore, la partita Juventus-Atalanta è stata rinviata a data da destinarsi a causa della fitta nevicata che si è abbattuta sul capoluogo piemontese. La neve ha iniziato a cadere un’ora prima dell’inizio effettivo del match, ed in breve tempo il campo dell’Allianz Stadium è stato imbiancato, rendendolo impraticabile. Sia i giocatori di Juventus che di Atalanta erano contrari alla disputa della sfida, dato che il rischio di infortuni era piuttosto alto, così le due società si sono accordate in modo da poter rinviare il match che potrebbe essere recuperato tra il 13 ed il 14 marzo. In un certo senso sia Atalanta che Juve ne possono giovare: innanzitutto gli orobici erano reduci dal dispendioso incontro da dentro o fuori contro il Borussia Dortmund, partita da dentro o fuori che ha costretto l’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini a schierare una formazione parecchio rimaneggiata, la quale sarebbe scesa in campo giocoforza contro i bianconeri, in vista anche della sfida di mercoledì sempre contro la Juve, valida per l’accesso alla finale di Coppa Italia. Per quanto riguarda i bianconeri, ora Allegri potrà contare anche sul recupero di Gonzalo Higuain e dei vari infortunati, eccezion fatta per Federico Bernardeschi, a causa del problema al ginocchio che verrà analizzato nei prossimi giorni. 

Tuttavia, questo rinvio potrebbe essere determinante in chiave scudetto, dato che questa sera il Napoli vincendo contro il Cagliari potrebbe allungare in classifica portandosi a +4 sui rivali bianconeri, i quali dovranno fare ancor più attenzione in vista del prossimo scontro di campionato contro la Lazio, squadra in ripresa dopo un filotto di risultati negativi. Inoltre Allegri teme queste pause, che possono influire sulla testa dei suoi uomini, i quali potrebbero “staccare la spina” e scendere in campo prossimamente anche piuttosto rilassati, come accaduto nell’ottobre scorso quando dopo la sosta per gli impegni delle nazionali, la Juve ha perso proprio contro la Lazio in casa, giocando un match sottotono. La data del recupero dipenderà anche dall’esito della sfida di Wembley tra Tottenham e Juventus, che si giocherà il 7 marzo; nel caso in cui la gara contro l’Atalanta si giocasse nella settimana seguente, la Dea avrebbe anche più tempo per riposare e per recuperare gli uomini che ieri non sarebbero potuti scendere in campo e questo potrebbe essere un grande vantaggio per la squadra di Gasperini che gioca molto sulla forma fisica e sulla rapidità, con il pallone che deve scorrere velocemente tra i vari reparti, ed in quella situazione la Juventus potrebbe risentirne.

Insomma, il rinvio potrebbe incidere sull’esito finale del campionato, più di quanto non si creda, dato che lo scudetto quest’anno si gioca sui dettagli e per una volta verrà “accontentato” Sarri, con il suo Napoli che scenderà in campo senza conoscere il risultato della Juventus.