Serie B, la finale è Palermo-Frosinone: ecco chi merita davvero la A

Serie B finale Palermo-Frosinone – Alla fine il decreto del campo, il decreto più pesante, è arrivato: la finale playoff di Serie B sarà Palermo-Frosinone, due vecchie conoscenze della Serie A che puntano con decisione a tornare nella massima serie.

Il Frosinone, che ha investito tanto nelle proprie strutture e che ha costruito il nuovo Stirpe, rimetterebbe il piede in Serie A dopo quasi quattro anni. Il Palermo invece farebbe un gran ritorno, ad appena un anno dalla retrocessione. Ma chi è che, guardando i numeri, ha fatto il campionato migliore tra queste due compagini?

Serie B finale Palermo-Frosinone: chi merita la Serie A?

Guardando la classifica, che recita 72 punti per il Frosinone (arrivato terzo) e 71 per il Palermo (arrivato quarto), si potrebbe pensare che siano i ciociari a meritare di più questa promozione. Anche perchè i rosanero hanno avuto un calo incredibile a metà campionato, quando erano ancora sotto la gestione Tedino.

Sono scivolati dal primo posto in cui si trovavano al secondo per poi cadere al quarto nelle ultime giornate. Il Frosinone ha invece mantenuto un ritmo più costante, nonostante anche lui per un certo periodo si è trovato al secondo posto. Guardando i numeri si direbbe che sia il Frosinone a meritare la Serie A, ma ci sono tanti altri fattori da considerare. Come le due rose, ad esempio. E come gli scontri diretti. All’andata, nella sfida dello Stirpe, finì 0-0. Al ritorno, al Barbera, vinse di misura il Palermo grazie a una rete di Gnahorè.

Palermo favorito, Frosinone la sorpresa da non sottovalutare

Sulla carta, e ripetiamo sulla carta, i favoriti sono i rosanero. Gran parte della rosa arriva dalla Serie A e ha molta esperienza. A differenza degli avversari che sì, hanno diversa esperienza, ma in veramente pochi ne possono vantare una in Serie A.

I rosanero dovranno comunque fronteggiare il quartetto Ciano, Dionisi, Ciofani e Citro, capace di realizzare la bellezza di 41 gol (quasi dieci gol a testa di media). Discorso inverso per il Frosinone, che dovrà difendersi soprattutto dalle incursioni dell’esperto nonchè bomber Ilja Nestorovski. A centrocampo la sfida è tra Coronado, Gnahorè e Jajalo che dovranno vedersela con i ciociari Soddimo, Gori, Paganini e Chibsah. In porta invece sarà Pomini – colui che ha fatto miracoli quest’anno – contro Vigorito, colui che ha evitato il 2-1 del Cittadella nella semifinale playoff giocata ieri allo Stirpe.