L’Ascoli vuole ripartire. Parma alla ricerca di conferme

La Serie B non si ferma mai. Questa sera andrà in scena allo stadio ‘Del Duca‘ l’anticipo della 36^giornata di campionato tra Ascoli e Parma. I padroni di casa vogliono riscattarsi dopo il tremendo k.o. subito a Foggia per 3-0. Una sconfitta amara che allontana i bianconeri dalla salvezza diretta, dopo aver ottenuto due vittorie consecutive. Sbagliare non è più consentito. Il Parma invece è reduce dal pareggio ottenuto venerdì sera contro il Cittadella. Un pari che sa di beffa per i biancoscudati, in quanto non hanno potuto approfittare dell’inciampo di Frosinone e Palermo. Zona playoff consolidata e sconfitta che manca dal 17 marzo (1-0 Entella). Sfida tra secondo peggior attacco, contro secondo miglior attacco. All’andata 4-0 per il Parma. Ultima sfida ad Ascoli nel 2008: vittoria ducale per 1-0, con gol di Paponi.

Dichiarazioni della vigilia

SERSE COSMI: “Dobbiamo ripartire dopo il brutto k.o. subito a Foggia. Dispiace soprattutto per tutti i nostri tifosi che ci hanno seguito fino in Campania. Nelle ultime cinque partite abbiamo ottenuto 10 punti. Metterei la firma per farne altrettanti nelle prossime. Comunque ora dobbiamo lottare su ogni pallone e giocarlo come se fosse quello decisivo. A Foggia non abbiamo dato quanto potevamo. Se ci avessero concesso il rigore solare su Monachello potevamo andare sul 2-1 ma poi ci hanno segnato il 3-0 con annessa espulsione. In quel momento la partita è cambiata, però era impossibile non vedere quel rigore. Con il Parma niente calcoli, metteremo in campo tutto ciò che abbiamo. E’ una squadra pericolosa, in quanto dispone di ottimi giocatori in grado di poter fare la differenza.”

ROBERTO D’AVERSA: “La scorsa è stata una giornata positiva per noi, ma dobbiamo guardare solo in casa nostra senza guardare quello che fanno gli altri. Devo valutare gli uomini da schierare in campo. Quando ci sono impegni così ravvicinati la formazione la si può programmare poco prima che la partita cominci. Contro il Cittadella abbiamo creato almeno sei nitide palle gol. I presupposti per segnare c’erano tutti, al di là del fatto per cui abbiamo giocato un secondo tempo veramente importante. Peccato, non abbiamo sfruttato le occasioni, perché della prestazione resto soddisfatto. Contro l’Ascoli dovremo essere noi bravi a limitarli, perché soprattutto in casa sono una squadra pericolosa. A farne le spese è stato anche il Bari, non proprio un team di basso livello. L’Ascoli farà di tutto pur di ottenere i tre punti. Da adesso fino alla fine inizia un altro torneo. Dovremo essere bravi ad usare sciabola e fioretto, contro squadre che si giocano tutto pur di non retrocedere.

PROBABILI FORMAZIONI

ASCOLI (3-5-2): Lanni; Padella, Mengoni, Cherubin; Mogos, Addae, Buzzegoli, D’Urso, Mignanelli; Clemenza, Monachello. All. Cosmi. A disposizione: Venditti, Gigliotti, De Santis, Florio, Castellano, Parlati, Kanoute, De Feo, Baldini, Rosseti, Lores Varela, Ganz

PARMA (4-3-3): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo; Dezi, Munari, Barillà; Siligardi, Calaiò, Di Gaudio. All. D’Aversa. A disposizione: Nardi, Dini, Mazzocchi, Anastasio, Vacca, Sierralta, Mastaj, Baraye, Frediani, Ciciretti, Insigne