Serie A, le dichiarazioni degli allenatori dopo i match delle 15

Ecco un riassunto delle dichiarazioni degli allenatori al termine dei match delle 15 della 5° giornata di Serie A:

BOLOGNA-ROMA 2-0

INZAGHI F.: “I tifosi sono stati straordinari. Ho trovato un ambiente che non mi sarei aspettato. La vittoria è dedicata a loro. I ragazzi hanno dimostrato di avere tanta qualità. Oggi sono sorpreso da tutti, soprattutto per quelli che avevano giocato meno. Vittoria che mi rende orgoglioso, ma non mi monto la testa, bisogna far subito pensare alla Juventus in programma mercoledì, non sarà facile”.

DI FRANCESCO: “Crisi di risultati e di gioco? Tutti parlano quando il lavoro paga, ma penso che tutti gli allenatori cercano di lavorare, compreso me. Io devo trovare le soluzioni internamente e non ci sono riuscito. Andiamo a parlare sempre di numeri e poco di atteggiamenti e fuoco dentro. Se non concretizzi le occasioni vuol dire che manca qualcosina. Non sono abituato a cercare alibi”.

CHIEVO-UDINESE 0-2

D’ANNA: “La partita nel primo tempo è stata equilibrata, mentre nella ripresa abbiamo preso gol con un tiro da 30 metri proprio quando stavamo spingendo. Abbiamo reagito bene, creando tante occasioni. Purtroppo imprecisioni e bravura del portiere ci hanno penalizzati però il Chievo ha fatto quello che doveva fare. Incontravamo una squadra difficile, che si chiudeva per ripartire. Ci è mancato il gol”.

VELAZQUEZ: ““Giocavano in trasferta contro una squadra che ha il nostro stesso obiettivo. Sono soddisfatto per la squadra e per i tifosi. Abbiamo fatto una bellissima prestazione e mi piace lo spirito dei ragazzi. Ora pensiamo solo alla partita di mercoledì, nient’altro. Fare bene è impossibile se si pensa cosa possiamo fare nelle prossime settimane. Il calcio è così, si vive settimana dopo settimana e partita dopo partita”.

LAZIO-GENOA 4-1

INZAGHI S.: “I ragazzi son stati bravi, abbiamo attaccato questa partita nel modo giusto. Sul 2-0 la palla è saltata male ad Acerbi e il Genoa ha riaperto la gara con un’azione fortuita. Lì sono stati bravi i ragazzi, ora dobbiamo però dimenticare il Genoa perchè domani sarà l’antivigilia della sfida di Udine. Caicedo sta lavorando bene, giovedì ha fatto una grade partita e in base a quello che vedo, scelgo”.

BALLARDINI: “La partita è sempre stata, fino al 4-1, molto aperta. Poi il quarto gol è arrivato nel finale. Nel secondo tempo il Genoa mi è piaciuto, nel primo tempo abbiamo subito troppo e bisognava farli giocare meno. Col passare del tempo siamo stati più bravi a tenere il campo. Per un difensore è più facile difendere se sei supportato da centrocampisti e attaccanti. La Lazio è una squadra di spessore europeo perchè ha giocatori forti”.