Serie A: la Juventus completa la rimonta casalinga contro il Napoli

Al Napoli non basta il momentaneo vantaggio di Mertens. Al Belga risponde Mandzukic con una doppietta e Bonucci per il definitivo sigillo al match

Nella seconda grande sfida di questa settima giornata di Serie A, la Juventus recupera il gol di svantaggio e supera per 3-1 il Napoli in una solida rimonta casalinga.

L’analisi

I Partenopei sembrano subito più reattivi dei Bianconeri, già dopo pochi minuti trovano un palo con Zielinski e una buona parata di Szczesny su Insigne.
Al decimo però un nuovo passaggio sbagliato della difesa di casa permette ad Allan di intercettare e servire Callejon in area, il quale offre a Mertens un comodo appoggio a porta libera.

Alla metà del primo tempo si è visto quasi solo Napoli, interrotto da un paio di tentativi di Ronaldo e Chiellini che non fanno tremare la retroguardia azzurra.

La svolta arriva al 26′, con CR7 che si libera di Hysaj e serve un ottimo cross per Mandzukic, il quale stacca e supera di testa Ospina.
Il portiere colombiano è però determinante poco dopo, quando neutralizza una punizione insidiosa del fuoriclasse portoghese; si salva sugli sviluppi della respinta, con un po’ di fortuna e l’aiuto di Hamsik.

In quel che resta del primo tempo il Napoli ha ormai perso terreno, l’1-1 è visibilmente precario; i tentativi di Mario Rui e Dybala non alterano l’equilibrio, sempre pari al duplice fischio di Banti.

Secondo tempo

E’ subito la Juve a riprendere le redini della partita: i Partenopei “si perdono” Ronaldo sulla sinistra, che rientra e costringe Ospina ad una parata non impeccabile contro il palo, situazione che favorisce anche fortunosamente Mandzukic: basta un semplice appoggio ed è 2-1 Juve, doppietta personale del vice-campione del mondo.

Callejon non riesce a ribadire a rete dopo la parata di Szczesny su Mertens, ultima fiammata per gli uomini di Ancelotti, che dopo poco restano anche in 10 per l’espulsione di Mario Rui: già ammonito, entra in maniera non pulita su Dybala, per Banti è il secondo giallo. Dall’accesa discussione che ne deriva, anche per Bonucci, autore di una leggera testata ai danni di Allan, e Insigne, per proteste, scatta il provvedimento disciplinare.

Al 72′ tocca ancora al portiere polacco impedire a Callejon uno contro uno di segnare il gol del pareggio, poi è controllo Juve.
Sugli sviluppi di un corner arriva il 3-1, con Ronaldo che stacca e serve più o meno volontariamente Bonucci, che in scivolata corregge in porta.
E’ sempre il portoghese a farsi bloccare da Ospina in allungo e ancora a calciare sull’esterno della rete dopo poco.
Oltre ai cambi non succede molto altro, CR7 spreca nuovamente di testa su cross di Bernardeschi e dall’altra parte Chiellini mura Milik per negare anche il possibile 3-2.

Finisce quindi 3-1 per la Juventus che meritatamente esce vincitrice dalla sfida casalinga con il Napoli; quest’ultimo non riesce a replicare l’impresa di qualche mese fa sul finire della stagione precedente.