Inter-Cagliari, anticipo della 33^giornata

La Serie A questa sera torna in campo. Ad aprire le danze di questa 33^giornata, ci penserà l’Inter di Luciano Spalletti, che ospiterà il Cagliari di Diego Lopez. Entrambe le squadre sono reduci da un non brillante periodo di forma. Il Cagliari è vero che contro l’Udinese è tornato alla vittoria dopo tre sconfitte consecutive, però ha faticato parecchio a sbarazzarsi dei friulani. Gli isolani non sono ancora salvi matematicamente e necessitano di una vittoria per mettersi al riparo dall’imponderabile. L’Inter ha pareggiato l’ultima sfida di Bergamo contro l’Atalanta, mostrandosi in calo. L’Inter non segna da oltre 270′, da quella gara vinta 3-0 contro l’Hellas Verona. Al ‘Meazza’, l’Inter non vince contro il Cagliari in campionato addirittura dal 2011: 2-1 firmato dalle reti di Thiago Motta e di Coutinho. Nel mezzo due vittorie del Cagliari, 1-4 del 2014 e 1-2 nel 2016, e due pareggi. Con una vittoria l’Inter scavalcherebbe momentaneamente la coppia Lazio-Roma al terzo posto. Invece il Cagliari in caso di tre punti volerebbe a +8 sulla zona retrocessione.

Inter, le dichiarazioni degli allenatori in conferenza

LUCIANO SPALLETTI: “Domani ciò che conta è vincere. Non saranno delle gare in cui abbiamo segnato poco a mettere in discussione il lavoro che stiamo facendo. Non si può più gestire niente ora. Per fare emergere le nostre qualità bisogna metterci carattere, fisico, forza, attenzione. La classifica vuole che mettiamo tutto questo, dobbiamo crescere sia individualmente che collettivamente. La FIGC ci ha dato a disposizione solo un campionato e noi dobbiamo fare il massimo solo in questo. Poi ci sono dei periodi in cui i giocatori non sono molto decisivi, ma può capitare nel corso di una lunga stagione. A Bergamo non ho visto un’Inter peggiore di quelle precedenti che hanno giocato in casa dell’Atalanta. Sono sempre state partite difficili per noi. Nel primo tempo siamo partiti male, non siamo stati cattivi. Poi nella ripresa siamo cresciuti molto ed abbiamo messo in difficoltà l’Atalanta creando anche tante palle gol, dopo aver rallentato il loro predominio caratteristico. Non siamo riusciti a segnare nelle ultime partite, però abbiamo creato molte opportunità per andare in gol. Ma non è così scontato che non possa accadere il contrario nelle prossime uscite. Ora io mi sto concentrando anche su Lazio e Roma che seguo attentamente. Una di queste squadre, compresi noi, può rimanere tagliato fuori dalla corsa Champions, dalla quale, però, aspetterei a dare per spacciato il Milan. Sulla carta, la Roma è l’avversaria con il calendario più semplice.”

DIEGO LOPEZ: “Noi domani andiamo a giocarci le nostre opportunità. Potrei schierare anche chi ha giocato meno. Noi andiamo comunque a Milano per ottenere punti, con la giusta testa in modo di affrontare la gara al meglio. E non è vero che non abbiamo nulla da perdere. Dobbiamo conquistare i tre punti, che saranno importanti nella lotta salvezza. Mancano poche partite, dobbiamo scendere in campo per ottenere il massimo contro qualunque avversario. Si scende in campo con la giusta mentalità. Chi pensa di aver già ottenuto la salvezza si sbaglia di grosso. Abbiamo solo cinque punti di vantaggio sulla terz’ultima. Dobbiamo soprattutto mantenere la continuità. La vittoria di sabato è stata molto importante ma non sarà sufficiente. Il discorso è ancora aperto. All’andata siamo stati bravi perché abbiamo messo in difficoltà l’Inter almeno per mezzora, creando molteplici palle gol. Poi loro hanno Icardi, che tramuta in gol anche la minima occasione.”

PROBABILI FORMAZIONI

INTER (3-4-2-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Skriniar; Cancelo, Gagliardini, Brozovic, Santon; Perisic, Rafinha; Icardi. All. Spalletti

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Pisacane, Castan, Ceppitelli; Lykogiannis, Faragò, Ionita, Padoin, Miangue; Sau, Pavoletti. All. Lopez