Serie A, gli aspetti positivi e negativi dei tre match di sabato

11 gol in 3 partite è il bilancio delle partite sabatine. Dalla doppietta di Gagliardini al liscio di Simeone. Ecco i top e i flop di Inter-Genoa , Fiorentina-Roma e Juventus-Cagliari.

Il lungo weekend di Serie A si è aperto con la vittoria interna del Napoli sull’Empoli. L’Inter ha risposto con la stessa moneta: 5 gol e Genoa KO. A Firenze invece la Roma trova il pareggio nel finale mentre la Juventus regola un buon Cagliari per 3-1. Andiamo ad analizzare gli aspetti positivi e negativi di ogni match.

Inter-Genoa:

(per gli highlights clicca qui)

Per Spalletti, sarà davvero dura trovare aspetti negativi nel 5-0 casalingo contro il Genoa.  A San Siro a sostenere i nerazzurri erano presenti quasi 70.000 spettatori. Pokerissimo che racconta un’Inter superiore che ha schiacciato gli avversari fin dai primi minuti, gestendo le energie e chiudendo la pratica senza sforzarsi più del dovuto. Alla luce di questi risultati, è ancora più indigesto il rammarico per i punti sciupati contro Torino e Parma, che avrebbero regalato alla squadra di Spalletti una classifica ancora più nobile.

Top&Flop:

Sicuramente nelle note positive, c’è la prestazione della “fenice” Joao Mario, solo applausi per lui dal 1 al 90 minuto. Fenice perchè dopo anni infruttuosi che sebrava essersi bruciato, è arrivato Luciano Spalletti, che ha raccolto dalle ceneri il talento portoghese che svaria per il campo e gioca di sponda o sfrutta il suo passo per girarsi e servire in verticale. Un modo di giocare moderno, inoltre segna un gol e realizza tre assist.

Ottima anche la prestazione di Gagliardini, che ha giocato una gara totale, in cui ha segnato due gol e ha oscurato dal gioco Romulo e Sandro, gli avversari diretti.

Male invece il toro Martinez, si divora un gol nei primi minuti di partita, non è giornata. L’ex Racing è l’unico sotto la sufficienza.

Firoentina-Roma:

(per gli highlights clicca qui)

Fiorentina subito in vantaggio sulla Roma nel primo tempo col rigore di Veretout, sul contatto tra Olsen e Simeone. Per i giallorossi un clamoroso errore di Dzeko sotto porta e un palo colpito da Pellegrini. Nel secondo tempo il pari di Florenzi a 5′ dalla fine.

La Roma ha creato molto e meritava il pareggio, arrivato però solo negli ultimi minuti. Per la Fiorentina un grande rammarico: nel periodo centrale del secondo tempo aveva la partita in pugno e avrebbe potuto assestare il colpo definitivo ai giallorossi. Secondo 1-1 consecutivo per la Roma, terzo per i viola. Entrambe le squadre salgono a 16 punti, a -2 da Lazio e Milan pari in classifica al quarto posto.

Top&Flop:

I top del match sicuramente sono Victor Hugo per i pardoni di casa e capitan Florenzi per i giallorossi. I flop sono Dzeko e Simeone, entrambi fuori dal gioco e grossolani sotto porta.

Juventus-Cagliari:

(per gli highlights clicca qui)

Prima del fischio d’inizio, CR7 era stato premiato dal presidente Agnelli con una maglia numero 400 per celebrare i suoi gol segnati nei top campionati europei. Primo tempo sul 2-1 per la Juve, che era partita benissimo, si fa riprendere da un ottimo Cagliari e da un indemoniato Joao Pedro. Ritrovato, poi, il vantaggio grazie a un’autorete di Bradaric.

Nel finale del secondo tempo Pavoletti avrebbe anche la chance  per il pareggio, ma Benatia lo contrasta e dà il via al proverbio più antico del calcio. Gol sbagliato e, poco dopo, gol Cuadrado, che la chiude di fatto la partita all’Allianz Stadium. Ora per la Juve testa alla Champions, con il record di 10 vittorie e un pareggio nelle prime 11 giornate.

Top&Flop:

Per i bianconeri il migliore è stato sicuramente Benatia, eccellente prestazione di sacirficio e qualità. Per il Cagliari Joao Pedro, che oltre al gol del pareggio ha regalato un’ottima prestazione ai tifosi sardi accrosi allo Stadium.