Serie A, analisi sulle partite del sabato della 14ª giornata

Le partite del sabato della 14ª giornata di Serie A

Le partite del sabato della 14ª giornata di Serie A si aprono con il pareggio per 2-2 nello scontro diretto tra Spal ed Empoli, poi alle 18.00 una Juventus indomabile che continua a vincere e alle 20.30 la vittoria per 4-1 della Samdoria in casa contro il Bologna.

Spal-Empoli

Spal-Empoli ha regalato al Mazza di Ferrara molte emozioni, con la Spal che passa in vantaggio subito sulla formazione toscana a dimostrazione di quanto la formazione di Semplici sia una squadra che aggredisce subito la partita. Nel primo tempo però l’Empoli la ribalta, frutto dellla bontà del lavoro che mister Iachini sta apportando dal suo arrivo. Nel secondo tempo poi la Spal acciuffa il pareggio con Kurtic, autore di una doppietta. Da sottolinerare come i ferraresi abbiano giocato tutto il secondo tempo in dieci a causa dell’espulsione di Cionek. Questa non è di certo una buona notizia, visto che dovrà saltare anche la prossima gara, anche se Semplici può sorridere potendo contare su un Kurtic in forma strepitosa. Per l’Empoli un punto importante che non interrompe la striscia di risultati utili delle ultime partite.

Fiorentina-Juventus

La partita dell’Artemio Franchi conferma ancora una volta la netta superiorità della squadra di Massimiliano Allegri su tutte le altre compagini. La Juventus infatti ha vinto con una facilità disarmante in un campo ostico come quello di Firenze contro una storica rivale. Tanti sono gli aspetti positivi che il tecnico toscano può cogliere da questa partita: una difesa imperforabile, un Bentancur straordinario che conferma un eccellente inizio di stagione e una completezza nella rosa che nessuno possiede. Per la Fiorentina invece c’è poco da sorridere. L’attacco sembra sempre più in difficoltà e da qualche tempo la qualità del gioco espresso è molto bassa.

Sampdoria-Bologna

La Sampdoria non stava attraversando un periodo particolarmente felice. È questo che dimostravano gli ultimi risultati, in particolare le cinque gare senza vittoria. Il periodo negativo pare essere superato, certificato dal match contro il Bologna. Giampaolo ha trovato delle rispste che mancavano da tempo, soprattutto da un punto di vista di determinazione e voglia di vincere. Per il Bologna continua un periodo molto negativo. Negli ultimi anni non lo si è mai visto così tanto in difficoltà. Zero idee di gioco, scarsa qualità della rosa e un allenatore alle prime armi. Una sconfitta dolorosa che dimostra ancora una volta che proseguendo su questa strada il raggiungimento della zona salvezza è impossibile.