Sampdoria-Inter: probabili formazioni, dichiarazioni tanto altro!

Domani sera alle ore 20,30 Sampdoria e Inter saranno in campo per il 4º anticipo della 5ª giornata. Entrambe le squadre hanno giocato in settimana, i blucerchiati hanno pareggiato nel recupero contro la Fiorentina mentre l’Inter arriva dalla vittoria in rimonta in Champions contro il Tottenham. Per questo sia Gianpaolo che Spalletti potrebbero fare qualche cambio di formazione, vista la non perfetta condizione di alcuni elementi.

DICHIARAZIONI

Marco Gianpaolo: “Bisogna recuperare le energie perchè domani la partita sarà impegnativa. Sarà un appuntamento al buio che scopriremo quando accenderemo la luce. L’Inter gode di un motore superiore rispetto al nostro ma se vogliamo fare una bella prestazione dobbiamo recuperare”.

Praet sarà pronto dall’inizio?

“E’ subentrato due giorni fa. E’ a disposizione”.

Il fatto di giocare contro una squadra forte può essere uno stimolo in più malgrado la stanchezza per l’impegno ravvicinato?

“Che si giochi contro una squadra forte è meglio perchè chiami a raccolta tutte le energie che hai a disposizione. Poi si va alla verifica e non dimenticate che la squadra ha bisogno di quella energia indotta dal nostro pubblico”.

Che Inter si aspetta?

“L’Inter è una squadra forte per essere competitiva alla Juventus. I dati ci dicono che è una squadra forte, primeggia in tutti quelli che sono gli sviluppi all’interno di una partita di calcio. E’ destinata a prendere il cammino giusto”.

Quagliarella le ha chiesto scusa dopo mercoledì sera?

“Non ho bisogno di scuse. E’ una questione di gestione del gruppo perchè io alleno un gruppo di 25 giocatore. L’importante è chiarirsi e affrontare le problematiche. Io lo faccio sempre perchè non voglio lasciarmi niente per strada. Bisogna poi tenere conto dell’aspetto emotivo del giocatore. Questo lo metto nel conto. Sono dinamiche che capisco e conosco, l’importante per me è la conduzione di 25 giocatore. Quello che conta è la Samp che è al di sopra di ogni interesse”.

La situazione in campionato dell’Inter.

“Io dubito che quelle squadre lì possano subire situazioni a livello psicologico. Sono aspetti secondari alla partita stessa. La Samp, per essere competitiva, deve essere preparata al massimo. Le strategie sono puramente teoriche, bisogna essere bravi in tante cose. Per avere chances di competere bisogna fare la partita perfetta”.

TMW: voglia di rivincita dopo l’anno scorso?

“Voglia di rivincita non esiste è un anno di distanza. Sono squadre diverse. Sia noi sia loro”.

La situazione fisica di Caprari.

“Non lo so. Ne ho tre, quattro in grande dubbio. Aspetto le 17 per capire qualcosa in più”.

Caprari lo ha sempre motivato.

“Mi ripeto su di lui. E’ un giocatore che ha numeri e colpi. Che probabilmente ha bisogno di continuità”.

Luciano Spalletti: “Domani sarà più difficile, i nostri avversari hanno ripreso a fare il calcio che vuole il proprio allenatore, un tecnico molto bravo. Ci presseranno alti e riescono spesso a trovare le giuste geometrie. Parliamo di una squadra che ha qualità assolute: Giampaolo è la cosa migliore. Icardi? Deve fare dei passi in avanti nel gioco di squadra, così come i compagni devono capire le sue qualità, mettendolo in condizione di esprimersi al meglio. Per fare una giocata da top bastano pochi secondi, per giocare una partita importante servono invece 95 minuti di qualità. Turn over in vista della Fiorentina? Due partite di seguito si possono fare e può essere un vantaggio portare in campo l’entusiasmo che proviene dalla vittoria in Champions. Nella terza gara ravvicinata invece è più probabile che si debba cambiare qualcosa. Abbiamo comunque una rosa importante che ci consente di fare diverse valutazioni”.

PROBABILI FORMAZIONI

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley (Andersen), Murru; Barreto, Ekdal, Linetty; Ramirez (Caprari, Praet), Quagliarella, Defrel.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Dalbert (Asamoah); Vecino, Brozovic (Gagliardini); Candreva (Politano), Nainggolan, Perisic (Keita); Icardi.