Ritorno a Milano: Nazionale alla svolta? Analisi di un anno negativo.

Milano, stadio S. Siro, esattamenta a 1 anno e 4 giorni dalla partita della vergogna contro la Svezia nello spareggio play off per il Mondiale dove non riuscimmo a violare la porta di Olsen, ecco che siamo di nuovo di fronte a una partita fondamentale per il proseguo del cammino in una competizione ufficiale.  Si giocherà Italia-Portogallo per contendersi il primo posto del girone e una fetta di qualificazione per le semifinali di Nations League.

Analisi di un anno incerto

Dalla mancata qualificazione al Mondiale di Russia, che ha determinato la nostra assenza dalla manifestazione dopo 60 anni, c’è stato un ridimensionamento internazionale per gli azzurri. Occorre ricordare che la Federcalcio è stata praticamente per 11 mesi senza Presidente il che non ha certo giovato all’intero movimento calcistico e in primis per la nostra Nazionale.

L’esonero di Ventura non ha cambiato di molto le prospettive. Durante l’interregno di Gigi Di Biagio ci sono state la sconfitta con l’Argentina (0-1 a Londra) e un pari con l’Inghilterra grazie a un rigore di Insigne nel finale. Si è verificata una lenta caduta tanto da arrivare al ventunesimo posto del Ranking FIFA (mai accaduto nella nostra storia).

E nemmeno l’avvento di Roberto Mancini al timone azzurro ha, almeno nei primi 5 mesi, segnato la svolta. E’ anche vero che c’è stata una fase di sperimentazione con la convocazione di una dozzina di giovani del nostro campionato uniti con altri della vecchia guardia. Terminata questa fase, il Mancio sembra essersi schiarito le idee ed ha optato per un giusto mix di giovani ed esperti che sembra aver dato equilibrio alla squadra. Con ciò comunque il Mister non ha certamente chiuso le porte a giocatori non convocati nelle ultime uscite, vedi Belotti e Balotelli. Nelle ultime 2 partite l’Italia ha pareggiato in amichevole con l’Ucraina 1-1 a Marassi facendo vedere un buon calcio col centrocampo gestito da Verratti e Jorginho e l’iserimento del giovane Barella tra i migliori in campo . Nella seconda partita, quella che contava davvero, in Polonia per la 4° giornata di Nations la Nazionale è andata a vincere meritatamente seppur in pieno recupero con Biraghi al 92°. Si sono finalmente visti ottimi sprazzi di gioco ed è stato concesso poco ai polacchi. Insomma sta nascendo una nuova epopea per i ragazzi del Mancio? Già da stasera si capirà molto.