Real Madrid, nuova sconfitta contro l’Espanyol. Zidane ora rischia la panchina

Il Real Madrid cade di nuovo, vedendo allontanarsi il secondo posto

La rincorsa del Real Madrid verso il secondo posto, si è arrestata nuovamente, questa volta ad opera dell’Espanyol. Nel match di ieri sera valido per la giornata numero 26 della Liga, gli uomini di Zinedine Zidane sono incappati in un’altra sconfitta, la quinta per la precisione del campionato. Assodato che il primo posto era da tempo irraggiungibile, data l’impressionante marcia del Barcellona, rimaneva l’obiettivo seconda posizione occupata al momento dall’Atletico Madrid, distante solamente 7 punti. Il Real Madrid, era reduce da 5 vittorie consecutive e sembrava essersi scrollato di dosso le difficoltà di gennaio. Ma poi ci ha pensato Gerard Moreno a far cadere i Blancos al 93′. Fa sempre specie vedere il grande Real Madrid avere tutte queste difficoltà contro delle squadre non irresistibili. Probabilmente perché solamente leggendo la formazione, ci si rende conto della differenza di livello tecnico tra Merengues ed Espanyol. Però non è spiegabile come uno dei bomber più prolifici d’Europa come Karim Benzema abbia realizzato solamente 4 reti nell’arco di un’intera stagione. Forse il tandem CR7-Benzema non funziona più molto bene?

Quinta sconfitta in campionato per Zidane, che ora rischia l’esonero

Sicuramente non è da una sconfitta che si giudica una stagione, e non è da un campionato non ben disputato che si giudica un allenatore. Ma al Real Madrid o si vince, o si viene allontanati. Almeno è così con il presidente del Real Florentino Perez che pretende sempre la vittoria. Ed anche in questo caso potrebbe essere così: infatti sul banco degli imputati è finito proprio l’allenatore Zinedine Zidane, che ora rischia seriamente il posto da tecnico del Real Madrid, nonostante i trionfi delle stagioni passate. In questo momento, fondamentale potrebbe essere il ritorno di Champions League contro il Paris Saint-Germain, partita dalla quale passa gran parte della stagione del club. Già tempo fa si era parlato di un possibile esonero a stagione in corso per Zidane, prima della sfida di Champions contro il PSG. Ma poi il Real Madrid ha deciso di mantenere il francese sulla panchina, almeno fino al termine della stagione, salvo complicazioni dovute alla mancanza di risultati. Comunque è sotto gli occhi di tutti il fatto per cui il Real Madrid quest’anno sta faticando parecchio. Probabilmente un cambio in panchina a partire dalla prossima stagione è la scelta migliore.