Quanto spendono? Ecco i monte ingaggi più alti della serie.

Il monte ingaggi delle squadre di A è nettamente sbilanciato, ecco le società più ricche.

Quanto spendono? Ecco i monte ingaggi più alti della serie. Il nostro campionato presenta enormi differenze per quanto riguarda i tetti salariari delle società di A, ma anche per quanto riguarda la divisione dei diritti tv. In Premier League la situazione, ad esempio, è molto differente. I diritti tv vengono divisi in parti eque e i monti ingaggi delle società sono nettamente più alti dei nostri. Basti pensare a squadre neo promosse come il Fulham, che riescono a mettere sotto contratto giocatori come Seri per una cifra vicina ai 30 milioni di euro. Un’utopia per il nostro campionato! Anche i guadagni garantiti dagli sponsor sono differenti, questo fenomeno è dovuto all’importanza del campionato. Andiamo ad analizzare i tetti ingaggio delle squadre di A facendo un’analisi per alcuni casi.

Analisi tetti salariari delle  squadre di A:

Delle 20 squadre di A, chi detiene sicuramente il primato per valore di monte ingaggi è la Juventus. La società di Torino ha un tetto salariare pari a 164 milioni di euro, esso sarà destinato ad aumentare vertiginosamente dato l’ingaggio di Cristiano Ronaldo per la prossima stagione  (30 milioni netti a stagione). Al secondo posto troviamo il Milan, con 117 milioni, i rossoneri possono vantare un secondo posto grazie ai soldi arrivati l’anno scorso dalla cordata cinese capitanata da Li Yonghong. La società ha investito tanto la scorsa campagna acquisti, garantendo ai nuovi arrivati stipendi molto alti, vedi Leonardo Bonucci con uno stipendi di 7,5 milioni, il più caro dei rossoneri. Il terzo posto è della Roma, con 91 milioni. I giallorossi hanno sempre garantito ottimi piazzamenti in campionato ed è molto probabile, vista la straordinaria stagione che li ha visti protagonisti, che il loro monte ingaggi possa ancora aumentare per la prossima stagione. All’ultima posizione troviamo il Chievo, con un tetto salariare pari a 18 milioni.

Paragoni con la Premier:

Ora, tanto per fare un paragone, Il Watford, società di medio classifica di premier League ha una media ingaggio per calciatore pari a 1,6 milioni netti, alla pari con la Lazio nel nostro campionato. Il Newcastle, squadra promossa l’anno scorso nella massima serie del calcio inglese, ha uno stipendio medio per calciatore pari a 2 milioni di euro. Queste cifre devono far riflettere, tutto dovrebbe e potrebbe partire da una distribuzione più equa dei diritti tv? Probabilmente non si arriverà mai a casi come la Premier League. Alzare il monte ingaggi delle società di medio classifica però, garantirebbe sicuramente maggiori vantaggi per il nostro campionato.