Premier League, che inizio del Watford! Può ripercorrere le orme del Leicester?

C’è una squadra che sta lasciando tutti a bocca aperta in Premier League e anche se siamo solo alla 4° giornata il pensiero non può non correre subito a quel Leicester di Ranieri che ha scritto la storia.
A stupire questa volta non sono più le Foxes, bensì il Watford guidato dallo spagnolo Javi Gracia.

Gli Hornets con la vittoria di ieri sera contro il Tottenham salgono a 12 punti in 4 partite, raggiungendo in testa alla classifica a punteggio pieno Chelsea e Liverpool. A Vicarage Road i padroni di casa sono addirittura andati sotto a causa di un autogol di Doucoure, ma l’hanno ribaltata nel finale con le reti di Deeney e Cathcart. Un qualcosa di impensabile alla vigilia del campionato ma che catapulta la squadra alla pausa nazionali con una carica mai vista prima da quelle parti.

LA SQUADRA

Tra i pali troviamo Ben Foster, un portiere reduce da qualche stagione negativa ma che si sta rilanciando alla grande con il Watford. Davanti a lui nella linea difensiva Kabasele e Cathcart, il match winner della sfida contro il Tottenham. Ad arare le fasce l’eterna promessa olandese Janmaat e una vecchia conoscenza del calcio italiano: l’esperto ex Roma Holebas.

A centrocampo gli Hornets abbinano qualità e quantità con Doucoure e Capoue che costituiscono la cerniera di centrocampo. Più larghi invece giocano Hughes e quello che probabilmente è l’uomo più in forma del momento: il Tucumano Pereyra.

La coppia d’attacco infine è costituita dall’ex Burnley Gray e dal bomber e idolo Troy Deeney, già autore di due gol in stagione.

Le alternative? Si va da Masina a Chalobah, da Femenia a Success, passando per Mariappa.

Una squadra di tutto rispetto, insomma, che vuole cavalcare l’onda dell’entusiasmo di questo inizio straordinario per continuare a stupire.