Pallone d’oro: chi sarà il giocatore più forte dell’anno 2018?

L'assegnazione del Pallone d'Oro si avvicina: tra candidati, votanti, data e orario e tante curiosità vi sveliamo tutto quello che c'è da sapere.

La cerimonia più attesa da tutto il mondo del calcio. Il giorno è giunto. Per la prima volta dopo 10 anni sembra, secondo le indiscrezioni della vigilia, si esca dal dualismo Messi-Ronaldo due “alieni” capaci di monopolizzare il premio più ambito da ogni giocatore. La loro “avidità” di trofei e la loro ambizione li ha portati a varcare confini e scalare vette che sembrava impossibile fosse realizzabile.

Stasera alle ore 21, a Parigi sapremo chi fra i 30 candidati vincerà il prestigioso premio.

I 3 favoriti:

Il grande favorito è Luka Modric, regista del Real Madrid campione d’Europa e della Croazia vice-campione del Mondo in Russia. Tra i favoriti anche i francesi Varane (Real Madrid), Mbappé (PSG) favorito anche al trofeo Kopa pallone d’oro U-21 e Griezmann (Atletico Madrid) ai quali la vittoria del Mondiale potrebbe non bastare per conquistare il titolo.

La nascita di un rito:

Il ballon d’or, italianizzato pallone d’oro, è stato istituito dalla rivista transalpina France Football. E’ un rito celebrato ogni anno dal 1956 con lo scopo di premiare il miglior giocatore dell’anno, che si è distinto per le sue gesta in campo e per la conquista dei titoli. Nonostante sia stato ideato in Francia, un solo giocaotore milita in Ligue 1. Si tratta di Jean-Pierre Papin, che nel 1991, giocava nell’Olympique Marsiglia. Mbappé potrebbe essere il secondo nella storia a militare in Ligue 1.

Gli italiani premiati:

Il primo italiano a vincere il premio fù Omar Sivori, nel 1961, all’epoca alla Juventus. Due anni più tardi fù il momento di Gianni Rivera, nel 63′ al Milan e 6 anni più tardi riconquistò il titolo di migliore al mondo davanti a Gigi Riva, secondo nel podio.

Poi arrivano gli anni 80′, decennio di eccessi, capelli cotonati, pantaloni a zampa e trionfo della pop music. Sono gli anni di Spagna 82′ dove il popolo italiano vede trionfare per la terza volta nella storia del calcio la Nazionale Italiana di Bearzot. In quell’edizone del mondiale gli azzurri batterono il Brasile per 3-2 , poi in semifinale la Polonia terza in quell’edizione per arrivare poi in finale contro la Germania dell’ovest dove Tardelli Altobelli e Rossi abbatterono la Germania dell’ovest. Paolo Rossi fu il maggiore artefice della storica conquista, grazie alla sua tripletta che eliminò il Brasile. Con 6 gol, l’attaccante dell’Italia vincerà poi il titolo di miglior marcatore del mondiale, successivamente verrà premiato anche con il pallone d’oro.

11 anni più tardi è il momento del divin codino, Roberto Baggio.  Occupa la 16ª posizione (primo italiano) nella classifica dei migliori calciatori del XX secolo pubblicata da World Soccer nel 1999, ed è stato inserito da Pelé nel FIFA 100, la lista dei 125 più grandi calciatori viventi divulgata nel 2004.

Arriviamo così all’ultimo italiano capace di conquistare il pallone d’oro, capitano dell’Italia campione del mondo nella spedizione in terre teutoniche nel 2006. Fabio Cannavaro primo davanti a Buffon, premiati dalla nostra Monica Bellucci, amatissima anche in Francia.

Il trofeo Kopa e il pallone d’oro femminile:

Novità di questa cerimonia del Pallone d’Oro, saranno consegnati due nuovi premi: il Pallone d’oro femminile e il Trofeo Kopa al miglior calciatore under 21. La giuria che nominerà il giovane più talentuoso sarà composta da 33 vincitori del Pallone d’Oro, da Suarez a Cristiano Ronaldo. In corsa per questo premio ci sono anche Donnarumma e Cutrone.