Olanda, Sneijder dice addio alla sua Nazionale

Ieri non è stata una giornata qualsiasi in Olanda. Con l’amichevole disputata alla Johan Cruyff Arena di Amsterdam contro il Perù ha dato il suo addio alla Nazionale Oranje una leggenda come Wesley Sneijder.

Sostituito al 62′, il trequartista ex Inter non ha saputo trattenere le lacrime per l’emozione e per il meraviglioso tributo riservatogli dal suo pubblico. È stato fatto accomodare su un divano al centro dello stadio e gli è stato mostrato un video celebrativo a cui hanno contribuito moltissimi ex compagni di squadra e allenatori.

Per la cronaca, dopo il vantaggio iniziale dei peruviani firmato da Aquino l’Olanda ha trovato la rimonta con la doppietta di uno straordinario Depay. Ma i tifosi erano impegnati soprattutto a regalare cori e standing ovation al loro idolo in procinto di ritirarsi.

I RECORD

La carriera di Sneijder con la maglia dell’Olanda non è stata affatto banale. Dopo l’esordio in amichevole contro il Portogallo nel 2003 ha collezionato record su record, diventando di fatto un uomo-simbolo del calcio Oranje.

Con 134 apparizioni in maglia arancione è il recordman di presenze con l’Olanda, dopo aver superato Van der Sar nel giugno 2017. Ottimo anche il rapporto con il Mondiale, in cui vanta non solo il record olandese di presenze (17, come Van Persie) ma anche quello di gol nella stessa edizione (5 a Sudafrica 2010). In totale ha siglato 31 reti in maglia Oranje, 2 in più di una leggenda come Cruyff.