Home Blog

Programma partite 21 ottobre 2018

Serie A

Ore 12.30

Frosinone-Empoli

Ore 15.00

Chievo-Atalanta

Parma-Lazio

Bologna-Torino

Fiorentina-Cagliari

Ore 20.30

Inter-Milan

Premier League

Ore 17.00

Everton-Crystal Palace

Liga

Ore 12.00

Rayo-Getafe

Ore 16.15

Eibar-Athletic Bilbao

Ore 18.30

Huesca-Espanyol

Ore 20.45

Betis-Valladolid

Bundesliga

Ore 15.30

Hertha-Friburgo

Ore 18.00

Borussia M’Gladbach-Mainz

Ligue 1

Ore 15.00

Montpellier-Bordeaux

Ore 17.00

St.Etienne-Rennes

Ore 21.00

Nizza-Marsiglia

Infortunio Messi, che tegola per il Barcellona! Ecco quali partite dovrà saltare

Leo Messi starà fuori 3 settimane, è questo l’aggiornamento rilasciato dal Barcellona inerente al brutto infortunio che ha coinvolto il fuoriclasse argentino durante il match contro il Siviglia. 

Infortunio Messi, l’esito finale

Una frattura nel radio del braccio destro costringerà la Pulce a saltare la partita di mercoledì contro l’Inter (probabilmente anche il ritorno a San Siro) e l’attesissimo Clasico di domenica prossima contro il Real Madrid. 

Serie A, Udinese-Napoli 0-3: analisi del match. Partenopei a -4 dalla Juventus!

UDINESE-NAPOLI 0-3

Vince in scioltezza il Napoli in trasferta contro l’Udinese e accorcia a 4 punti la distanza dalla vetta occupata dalla Juventus. In gol Fabian Ruiz, Mertens e Rog nel finale.

PRIMO TEMPO

Pronti via e Ancelotti è costretto subito al primo cambio con l’infortunato Verdi che lascia posto a Fabian Ruiz. I partenopei comunque partono bene e dopo una doppia occasione per Callejon è proprio Fabian Ruiz a sbloccare la gara al 14′ con un bel destro a giro. L’Udinese prova a reagire con Lasagna, che approfitta di un clamoroso errore di Albiol ma trova l’opposizione di Karnezis. Zielinski al volo con il mancino sfiora il raddoppio colpendo solo l’esterno della rete. Ancora Lasagna da una parte e Mertens dall’altra vanno vicini al gol, poi Milik manda a lato di testa un cross dei compagni da buona posizione. Nel finale di tempo l’Udinese sfiora il pari con Pussetto che non riesce a trovare il tempo di tiro a tu per tu con Karnezis.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con i mugugni del pubblico friulano per la scarsa concretezza della propria squadra. Karnezis è ancora bravo a sventare una potenziale occasione da gol con un’ottima uscita. A metà tempo Samir rischia il pasticcio colpendo il palo della propria porta con un rinvio sciagurato. All’83’ arriva il sospirato raddoppio del Napoli con Mertens su rigore fischiato per fallo di mani di Opoku. Entra Rog al posto di Zielinski e all’85’ trova anche la gioia del gol con l’aiuto di una deviazione che mette fuori causa Scuffet. Nel finale Karnezis corona un’ottima partita con una gran parata sul colpo di testa di Samir.

Il punto sulla Serie B: rimonta Brescia, Tutino show a Cosenza

Tutti i risultati

Quattro le gare giocate in questo sabato di Serie B. Il Cittadella va sul doppio vantaggio nel primo tempo sul Brescia ma sciupa tutto nella ripresa dove si fa riprendere da una doppietta di Morosini. Crotone vincente allo Scide contro il Padova. Calabresi in vantaggio con Spinelli, pareggio ospite con Bonazzoli nella ripresa ma a 15′ dalla fine Firenze regala i tre punti agli squali. Successo fondamentale per l’Ascoli, che lascia il Carpi nella bassa classifica grazie alla rete di Cavion. Infine altro successo pesantissimo per la zona salvezza, quello del Cosenza sul Foggia. 2-0 nel segno di Tutino, che la decide con una grande doppietta.

Serie A – Clamoroso allo Stadium: la Juve viene fermata in casa dal Genoa

Analisi della partita

Allo Stadium di Torino si consuma la prima battuta d’arresto della Juve, che viene fermata in casa dal Genoa sul punteggio di 1-1.
Dopo 8 vittorie consecutive primo pareggio per i Bianconeri che ora aspettano il match di Udine, nel quale il Napoli cercherà di riportarsi a -4 sulla capolista.

Primo tempo

La prima frazione di gioco è un duello tra CR7 e il portiere del Genoa Radu che, dopo aver disinnescato un suo sinistro, ed esser stato salvato dal palo, al 21′ cade vittima di una deviazione con conseguente appoggio in rete del portoghese.
L’estremo difensore genoano è ancora protagonista con una bella parata sul destro a incrociare di Ronaldo; Radu tiene infatti a galla la sua squadra, 1-0 all’intervallo.

Secondo tempo

Sembra tutto liscio per la Juve, con l’unico obiettivo di centrare il secondo gol e mettere in cassaforte la partita; ma i pericoli iniziano ora, Piatek costringe Szczesny a salvarsi in corner, e poco dopo incorna appena a lato.
I Bianconeri sembrano rilassati e vengono infatti puniti al 67′, quando Kouamè tiene in campo un pallone erroneamente creduto fuori dalla Juve, crossa e Bessa colpisce di testa a rete con la difesa che si preparava al calcio d’angolo.
Al pareggio genoano provano a rispondere CR7 e Mandzukic, ma questa volta rimane sbarrata la porta di Radu.

A nulla serve lo sbilanciamento offensivo voluto da Allegri, con Dybala che sostituisce Matuidi; a parte due buone conclusioni fuori, l’argentino non impatta positivamente sulla partita.
Dopo 4 minuti di recupero è definitivo il risultato di 1-1 all’Allianz Stadium: primo bottino parziale per la Juve, ritorno ottimale per Juric sulla panchina ligure.

Premier League, 9° giornata: i risultati dei match del sabato. Pari tra Sarri e Mourinho, vince il City!

PREMIER LEAGUE, 9° GIORNATA

Inizia con il botto la 9° giornata di Premier League. A Stamford Bridge va in scena un pareggio spettacolare tra i padroni di casa del Chelsea ed il Manchester United. Vittorie diverse di Manchester City e Liverpool, rispettivamente 5-0 contro il Burnley e 0-1 ad Huddersfield, ma che permettono ad entrambi di andare in testa alla classifica. Vince di misura anche il Tottenham nella trasferta insidiosa di Londra contro il West Ham. Il Brighton espugna St James’ Park, il Watford il Molineux Stadium. Finisce a reti inviolate Bournemouth-Southampton, goleada del Cardiff al Fulham.

CHELSEA-MANCHESTER UNITED 2-2 [21′ Rudiger (C), 55′ e 73′ Martial (M), 96′ Barkley (C)] 
BOURNEMOUTH-SOUTHAMPTON 0-0
CARDIFF-FULHAM 4-2 [11′ Schurrle (F), 15′ Murphy (C), 20′ Reid (C), 34′ Sessegnon (F), 65′ Paterson (C), 87′ Harris (C)]
MANCHESTER CITY-BURNLEY 5-0 [17′ Aguero, 54′ Bernardo Silva, 56′ Fernandinho, 83′ Mahrez, 90′ Sanè]
NEWCASTLE-BRIGHTON 0-1 [29′ Kayal]
WEST HAM-TOTTENHAM 0-1 [44′ Lamela]
WOLVES-WATFORD 0-2 [20′ Capoue, 21′ Pereyra]
HUDDERSFIELD-LIVERPOOL 0-1 [24′ Salah]

Udinese-Napoli: formazioni ufficiali

Udinese

(4-1-4-1): Scuffet; Stryger Larsen, Troost-Ekong, Nuytinck, Samir; Behrami; Pussetto, Fofana, Mandragora, De Paul; Lasagna.

Napoli

(4-4-2): Karnezis; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Malcuit; Callejon, Allan, Zielinski, Verdi; Milik, Mertens.

Il ruggito di Mourinho, ma Sarri è ancora imbattuto

IL RUGGITO DI MOURINHO, MA SARRI È ANCORA IMBATTUTO

Guai a dare per morto lo Special One. L’allenatore portoghese, considerato spacciato già a 15 minuti dall’inizio della sfida contro il Newcastle, ha deciso di vendere carissima la sua pelle. Dopo la rimonta contro i bianconeri, infatti, è arrivato anche un pareggio prestigioso a Stamford Bridge contro il Chelsea. Avrebbe potuto essere addirittura una vittoria se non fosse stato per quel guastafeste di Barkley al 96′.

Mourinho finalmente è tornato ad essere quello dei vecchi tempi. Nel corso della partita si arrabbia, impreca, gesticola: sembra un leone in gabbia. Addirittura nel finale alla provocazione di un assistente di Sarri scatta in piedi e sembra volerselo mangiare vivo.

In un momento così difficile della sua carriera era proprio di questo che aveva bisogno: tornare a combattere la sua personalissima battaglia su ogni campo da calcio. E se non possiamo ancora dire che il vecchio Mourinho è tornato, i segnali di rinascita sono lampanti.

SARRI IMBATTUTO

Torna a sorridere Mourinho quindi, ma non può dirsi scontento nemmeno Sarri. L’ex allenatore del Napoli evita all’ultimo istante la sconfitta e rimane imbattuto in campionato, a soli 2 punti dalla vetta. In particolare è diventato il primo manager nella storia del Chelsea a non perdere nemmeno una partita delle prime otto giornate nella stagione d’esordio.

Sarri si è dichiarato felice del punteggio ma deluso dall’ultima mezz’ora della sua squadra. Per tentare l’assalto al campionato infatti alcune disattenzioni come quelle del secondo tempo di oggi dovranno essere necessariamente limate.

Serie B: le formazioni ufficiali

FORMAZIONI ASCOLI-CARPI:

La squadra bianconera non esiterà a puntare ancora sul 4-3-1-2. Confermato il tandem d’attacco Ninkovic-Ganz ancora in campo dal primo minuto. Contro i due bomber ci sarà però una difesa  a 4 del Carpi, che vedrà in campo dal primo minuto al Del Duca i due centrali Suagher e Poli oltre che Pachonik e Buongiorno.

FORMAZIONI CITTADELLA-BRESCIA:

I granata  puntano su Paleari a guardia della porta, nella difesa a 4 il tecnico consegnerà le maglie a Frare e Dridi oltre che Ghiringhelli e Benedetti. D’altro canto la Leonessa schiererà sempre una difesa a 4: qui saranno titolari i centrali Gastaldello e Romagnoli, oltre che gli esterni Sabelli e Curcio.

FORMAZIONI COSENZA-FOGGIA:

Braglia d scende in campo in questa ottava giornata con le due punte Baez-Maniero, questi sostenuti alle spalle da Garritano sulla trequarti. Sempre due punte offensive per il Foggia che pure sarà in campo con il 3-5-2: qua si giocano le maglie titolari Mazzeo e Galano.

FORMAZIONI CROTONE-PADOVA:

Allo Scida il Crotone sarà di nuovo in campo con il 4-3-3, che in mediana vedrà protagonisti Barberis, Banali e Firenze. Occhio poi al 4-3-2-1 del Padova, che al centro vedrà in campo dal primo minuto Mazzocco, Broh e Pulzetti.

FORMAZIONI SALERNITANA-PERUGIA:

Sarà  il 3-5-2 il modulo di partenza dei granata in questo turno: in avanti Djuric e Jallow  titolari dal primo minuto. Sempre attacco a due punte anche per la compagine umbra: qui però i protagonisti più attesi all’Arechi dovrebbero essere Vido e Melchiorri.

FORMAZIONI VENEZIA-VERONA:

Per i lagunari difesa a tre davanti a Vicario, con in campo dal primo minuto Brucagnin, Modolo e Domizzi. Sarà invece reparto a 4 per il Verona, che nelle retrovie si affiderà ai due centrali Marrone e Caracciolo oltre che a Eguelfi e Crescenzi.

FORMAZIONI LECCE-PALERMO:

I giallorossi dovrebbero mantenere il 4-3-1-2, con in avanti La Mantia  e Palombi, questo sostenuti in attacco da Mancosu. Occhio però al tridente offensivo dei siciliani, composto da Traijkovski, Nestorvski Puscas.

Fantacalcio: le ultime news

Roma – Spal:

Scalpita Kluivert nell’attacco giallorosso per partire dall’inizio, al posto di El Shaarawy. Non convocato Schick per un fastidio fisico, dall’inizio ci sarà Dzeko. E’ recuperato Pastore, ma è Lorenzo Pellegrini, che agirebbe da trequartista, il titolare. In mezzo al campo occasione per Cristante al fianco di Nzonzi, fermo De Rossi. A sinistra confermato Luca Pellegrini mentre a destra ballottaggio fra Florenzi e Santon, favorito l’ex Inter.

Negli emiliani reclama posto Paloschi, potrebbe andare in panchina Antenucci mentre Petagna è ristabilito dal fastidio al piede ed è stato riaggregato al gruppo in settimana. Squalificato Felipe ed inoltre in difesa, out Djourou per un problema alla caviglia, ritroverà allora posto Vicari poi spazio per Bonifazi. In regia Schiattarella, ai suoi lati Missiroli e Valoti.

Juventus – Genoa:

Dybala siede in panchina contro i liguri, così come Douglas Costa che torna a disposizione. Cuadrado completa il reparto offensivo con Mandzukic e CR7. La novità é  Bernardeschi, impiegato come mezz’ala al fianco di Pjanic e Matuidi. In difesa Benatia al centro, turnover per Chiellini; pronto De Sciglio a prendere il posto di Alex Sandro a sinstra. Tra i pali ci sarà Szczesny.

Nei rossoblu Juric deve ancora decidere chi schierare in porta fra Marchetti e Radu. Al centro della difesa si candida il giovane Romero, favorito su Gunter ed il ristabilito Lisandro Lopez. Sulle fasce di centrocampo Romulo e Lazovic. A centrocampo spazio a Mazzitelli. In attacco Kouamè affianca il polacco Piatek. Non convocati Favilli, Spolli ed il nuovo tesserato Veloso.

Udinese – Napoli:

Per Velasquez è Behrami il metronomo di centrocampo. Ai lati dello svizzero ci saranno Fofana e Mandragora. Davanti Lasagna con De Paul e Barak a supporto.
Nei partenopei indisponibile Insigne, binomio d’attacco composto da Mertens e Milik. In dubbio Koulibaly, spazio a Maksimovic. Mister Ancelotti dovrebbe rilanciare dall’inizio Callejon, in mezzo al campo Fabian Ruiz può essere preferito a Hamsik.

Frosinone – Empoli:

Nei ciociari rientrerà Maiello in mezzo al campo, out Hallfredsson per una tendinosi rotulea ginocchio destro. In difesa il recuperato Capuano, mentre in attacco Ciofani potrebbe far coppia con Campbell poi a supporto sulla trequarti Ciano.
Nei toscani sono ristabiliti Pasqual e Antonelli. In attacco dovrebbe ricomporsi il tandem La Gumina-Caputo.

Bologna – Torino:

Per Pippo Inzaghi ce la fa Skorupski, il portiere ha smaltito il problema alla mano. In gruppo da giovedì anche Falcinelli, in vantaggio su Palacio per affiancare Santander in attacco. Convocabili anche Helander e Poli. Si rinnova in cabina di regia il duello tra Pulgar e Nagy.
Nei granata Soriano e Falque nell’11 di partenza, ne farebbero le spese Rincon, rientrato giovedì dagli impegni in Nazionale, e Zaza, non al meglio in settimana per una sofferenza muscolare al polpaccio ma pronto a subentrare a gara in corso. Pronto De Silvestri per la corsia destra, mentre a sinistra ci sarà Aina.

Chievo – Atalanta:

Mister Ventura al lavoro a Veronello per plasmare il nuovo Chievo: provati il 4-3-1-2 ed anche la difesa a 3. Con le due punte potrebbe trovare spazio Meggiorini al fianco di Stepinski con Birsa a supporto sulla trequarti. Rientrerà Hetemaj a centrocampo, mentre in difesa Barba tallonato a sinistra da Jaroszynski. Tentativo di recupero in extremis per Giaccherini, verso il forfait invece Cacciatore e Tomovic.

Nella Dea in difesa spazio per Mancini. E’ Zapata, che farà coppia in attacco con Gomez; poi sulla trequarti Rigoni. Dubbi sulle fasce: Castagne e Hateboer in leggero in vantaggio su Gosens.

Parma – Lazio:

Nei ducali migliora Gervinho, tornato a correre in allenamento con il resto dei compagni. Recuperato Inglese, guiderà l’attacco nel quale cerca conferma Siligardi. In mezzo al campo Stulac coadiuvato da Rigoni e Barillà.

Nei biancocelesti mister Inzaghi deve decidere chi possa affiancare Immobile, salgono le quotazioni di Correa, che è squalificato poi giovedì in Europa League; tuttavia restano vive anche le possibilità di Caicedo. Sulle fasce Lulic a sinistra, mentre a destra sale Patric. Nel terzetto di difesa Luiz Felipe in vantaggio su Wallace. Indisponibili Durmisi e Badelj.

Fiorentina – Cagliari:

Nei toscani Pjaca in pole per completare il tridente con Simeone e Chiesa. A centrocampo può essere confermato Gerson ai lati di Veretout e Benassi. Indisponibile Norgaard, recuperato Mirallas.

Nei sardi Ionita favorito su Sau , con il moldavo e Joao Pedro sulla trequarti sarà 4-3-2-1 con il solo Pavoletti in attacco. Recuperato Srna per la destra della difesa, al centro pronto Ceppitelli dal 1′ minuto. Regista Bradaric con el pata Castro e Barella. Fermi Klavan e Lykogiannis, anche Farias per problemi fisici.

INTER – MILAN:

Attenzioni rivolte su Vecino che in Nazionale ha accusato un affaticamento, spazio a Gagliardini a centrocampo al fianco di Brozovic. Sul binario di destra Vrsaljko poi Politano. Al centro della retroguardia tornerà De Vrij dall’inizio. Sulla trequarti Nainggolan dietro Icardi, catena di sinistra formata da AsamoahPerisic.
Nei rossoneri Higuain guiderà l’attacco, sostenuto da Suso e Calhanoglu. A centrocampo Biglia con Kessie e Bonaventura ai lati. Romagnoli dirigerà la difesa con Musacchio al fianco, panchina per il ristabilito Caldara. Sulla destra di difesa Calabria, a sinistra invece dovrebbe essere ancora preferito Rodriguez a Laxalt.
error: contenuto non copiabile!