Nations League, top e flop delle prime due giornate

TOP

Spagna: in due sole partite della gestione Luis Enrique le Furie Rosse sono tornate a far paura a tutto il mondo. La prima a farne le spese è stata l’Inghilterra, sconfitta in casa per 2-1, poi la Croazia è stata asfaltata con addirittura 6 reti da Asensio e compagni.

Francia: i campioni del mondo in carica si confermano una delle squadre più forti e più in forma del momento. Ottimo avvio di Nations League con un pareggio contro la Germania e una vittoria contro una buona Olanda.

Svizzera: exploit degli elvetici nell’unica gara giocata fin qui nella competizione. Una straordinaria prestazione di squadra culmina nel 6-0 inflitto all’Islanda, una delle squadre più complicate da affrontare negli ultimi anni.

FLOP

Italia: ebbene sì, gli Azzurri sono probabilmente la più grande delusione dell’inizio di Nations League. Un solo punto in due sfide contro Polonia e Portogallo e prestazioni oggettivamente insufficienti.

Croazia: giusto adularla ai Mondiali, altrettanto giusto bacchettarla per questa prestazione contro la Spagna. La squadra vicecampione del mondo non può permettersi di perdere 6-0 e farsi umiliare in questo modo.

Islanda: un’altra bella sorpresa degli ultimi anni fa un notevole passo indietro dal punto di vista delle prestazioni e dei risultati. Parlano i dati: 2 partite, 0 punti, 0 gol fatti, 9 gol subiti. Delusione.