Napoli, brusca frenata per lo scudetto: cosa è mancato agli azzurri contro il Chievo?

Sfortuna o superficialità?

Le ambizioni dei ragazzi di Ancelotti sono state pesantemente ridimensionate dallo 0-0 interno con il Chievo. Uno stop che non ci voleva, e che proietta la Juventus ad 8 punti dagli azzurri. Un Everest da scalare insomma. Sia chiaro, il ritmo dei bianconeri fino a questo momento è insostenibile, e lo diventa ancora di più se le dirette concorrenti perdono punti con avversari sulla carta morbidi. Ma da dove deriva questo mezzo passo falso dei partenopei? Una perfetta analisi è stata fatta da Ancelotti nel post gara: “Abbiamo avuto poca intensità, quando loro erano più aperti non abbiamo approfittato degli spazi e nella ripresa è successo esattamente il contrario, quando si sono chiusi maggiormente. Non è stato un problema di posizioni dei giocatori, siamo partiti troppo piano e questo a lungo andare ha fatto acquisire coraggio al Chievo”. Nel secondo tempo il Napoli ha provato a cambiare passo, ma la giornata storta di Mertens unita alla sfortuna non hanno aiutato. Servirà dunque un netto cambio di atteggiamento, già da mercoledì quando contro la Stella Rossa il tipo di gara sarà pressochè identico. E li non saranno ammessi errori.