Mondiali 2018, Belgio-Inghilterra: presentazione, statistiche, precedenti e probabili formazioni alla Vigilia del match

Dopo essersi già affrontate nel girone G, Belgio e Inghilterra sono pronte a ridarsi battaglia già da domani, in un confronto che varrà il terzo gradino del podio.

Si erano già dichiarate battaglia nel girone G, ora si sfideranno nuovamente in un confronto che vale la presenza sull’ultimo gradino del podio di questi Mondiali in Russia. La ‘finale delle deluse’, come dice qualcuno, tra due Nazionali che si leccano le ferite a vicenda, dopo essere state precedentemente affondate da Croazia e Francia durante le semifinali. Davanti l’Isola di Krestovskij, a San Pietroburgo, dunque, si presenteranno il Belgio di Roberto Martínez e l’Inghilterra di Gareth Southgate, in un confronto che decreterà la terza classificata sul podio di questa ventunesima edizione del campionato mondiale di calcio, dopo i Bleus di Didier Deschamps e i Vatreni di Zlatko Dalìc. Un traguardo ancora mai centrato dai Diavoli Rossi nel corso della loro storia, in contrapposizione ai Tre Leoni che, invece, hanno certificato già una volta la loro presenza sul podio,  nel 1966, quando si laurearono ‘Campioni del Mondo’ da Nazionale ospitante.

Una ‘finale di delusioni’ per le due protagoniste di Russia 2018

Quello di San Pietroburgo sarà solo uno dei tanti confronti già disputati fra Belgio e Inghilterra. Tra i Tre Leoni e i Diavoli Rossi, infatti, i precedenti sono già 22, l’ultimo risalente proprio al 2018, durante la fase a gironi. Nonostante il gruppo G, in quell’occasione, premiò i ‘Diable Rouges’ di Roberto Martínez, le statistiche vedono prediligere l’egemonia dell’Inghilterra di Gareth Southgate, in una serie di 15 vittorie ai danni del Belgio e di sole due sconfitte subite, oltre ai cinque pareggi collezionati. Nella fase finale di un Mondiale, invece, i Tre Leoni e i Diavoli Rossi si sono incontrati già tre volte, spartendosi i punti in palio in una sola occasione (1954, 4-4). Gli altri due precedenti, infatti, vedono premiate entrambe le Nazionali in gara: una vittoria per l’Inghilterra (1990, 1-0) e una per il Belgio (2018, 0-1).

Qui Belgio: Qualificata agli ottavi di finale a punteggio pieno dopo aver battuto Panama (V 3-0), Tunisia (V 5-2) e Inghilterra (V 0-1), il Belgio di Roberto Martínez si spinse ancora più avanti, rimontando il Giappone di Akira Nishino. Successivamente, ai quarti di finale, i Diavoli Rossi affrontarono il Brasile ‘dei talenti’ davanti la Kazan Arena, uscendo vincitori anche in quell’occasione per 1-2 grazie alle firme di Fernandinho (AG) e De Bruyne, a contrabattere alla conclusiva rete di Renato Augusto da parte della Seleçao. Il successivo incontro contro la Francia, però, vide cadere in territorio russo un grande Belgio che, fino ad allora, era rimasto imbattuto in ogni confronto disputato. La rete di Samuel Umtiti, in seguito al tiro-cross di Griezmann, hanno, infatti, condannato i Diavoli Rossi di Roberto Martínez ad un destino amaro: la presenza ad una finale che gli concederà, al massimo, la presenza sull’ultimo gradino del podio.

Qui Inghilterra: Qualificata agli ottavi di finale già al secondo turno, dopo aver battuto Tunisia (V 1-2) e Panama (6-1), l’Inghilterra riuscì a centrare la seconda posizione in classifica all’interno del girone G, sotto solo al Belgio di Roberto Martínez. Il successivo incontro vide i Tre Leoni sfidare la Colombia di Josè Pekerman, in un confronto prolungato fino ai calci di rigore, dove Eric Dier battezzò una grande prestazione eseguita dall’Inghilterra, sfruttando gli errori decisivi di Carlos Bacca e Fernando Uribe dal dischetto. Ai quarti di finale, invece, l’incontro contro la Svezia, terminato per 0-2, li proiettò direttamente alle semifinali, a discapito una Nazionale troppo stremata per reggere le offensive dei Threes Lions. Il successivo incontro contro la Croazia di Zlatko Dalić, invece, condannò l’intero percorso eseguito dall’Inghilterra, chiudendogli anticipatamente le porte legate alla grande finale di Mosca, spendendoli così a San Pietroburgo, a giocarsi il terzo e ultimo gradino del podio.

Roberto Martínez con Hazard e Lukaku, Inghilterra con Trippier e Young sulle fasce

A poche ore dal fischio d’inizio, Roberto Martínez e Gareth Southgate lasciano pronosticare su quali potrebbero essere le probabili formazioni che domani andranno a rappresentare Belgio e Inghilterra nella lontana Russia:

BELGIO (3-5-2): Courtois; Alderweireld, Kompany, Vertonghen; De Bruyne, Fellaini, Witsel, Dembele, Chadli; Lukaku, Hazard. All: Roberto Martínez.

INGHILTERRA (3-5-2): Pickford; Walker, Stones, Maguire; Trippier, Lingard, Henderson, Alli, Young; Sterling, Kane. All: Gareth Southgate.