Milinkovic-Savic, inizio flop: cosa sta andando storto nel talento serbo?

I numeri

La stagione passata ha segnato la definitiva esplosione di Sergej Milinkovic-Savic. 14 gol e 8 assist in tutte le competizioni, uniti a prestazioni eccellenti e giocate da fenomeno, lo hanno messo in cima alla lista della spesa delle big europee. Ma adesso la situazione sembra essere cambiata. Un inizio di stagione deludente ha messo un punto di domanda su quale sia il suo reale valore. Appena un gol e un assist dopo 15 gare in stagione, mentre l’anno scorso a questo numero di gare era arrivato a 5 gol. Numeri che confermano un inizio ben al di sotto delle aspettative.

Troppe pressioni?

Il talento non è assolutamente in discussione. Piuttosto è l’atteggiamento mostrato in questa prima parte di campionato a far storcere il naso. Lento, impacciato, a tratti svogliato e senza cattiveria in mezzo al campo, forse spaventato dai 100 e passa milioni di euro valutati da Lotito per il suo cartellino. Ma fa strano che un gigante come lui si spaventi di così tante pressioni, lui che di carattere è sempre sembrato spavaldo e senza timore di niente e nessuno. Per fortuna della Lazio ci sta pensando il solito Ciro Immobile a trascinare la squadra, dunque il serbo è ancora ampiamente in tempo per far ricredere le premature critiche arrivate dopo soli 3 mesi dall’inizio della stagione. Ma alla soglia dei 24 anni, è ora per lui di dimostrare di essere non solo un grande giocatore (cosa che nessuno discute), ma un campione in grado di prendere sulle spalle la squadra. Vedremo se ci farà ricredere nel proseguio di campionato e coppe, speranza di Simone Inzaghi e di tutti i fantallenatori che per lui hanno speso fior di milioni.