Milan-Parma: le probabili formazioni

Dopo la sofferta vittoria sul Dudelange, la squadra di Gattuso deve riuscire a contenere Gervinho per tornare a vincere anche in campionato. Il tecnico rossonero tra Parma e mercato: "Ducali micidiali nelle ripartenze. Fabregas? Mi piace, ma...".

In maniera piuttosto inattesa, alla quattordicesima giornata, Milan-Parma è uno scontro diretto della zona Europa. I ducali nelle ultime tre partite hanno raccolto sette punti su nove disponibili, pareggio contro il Frosinone e le due vittorie consecutive contro Torino e derby con il Sassuolo. Sono risaliti fino al sesto posto,  con la possibilità di superare i rossoneri in quinta posizione se riuscissero ad espugnare  San Siro.

Per Gattuso, la vittoria contro il Dudelange ha interrotto una striscia di tre partite senza successi, con i due pareggi contro Betis e Lazio e la sconfitta contro la Juventus. Per restare vicino alla zona Champions, il Milan ha ora bisogno di tornare a vincere anche in campionato.

La conferenza di Gattuso:

Ringhio ha parlato del suo prossimo avversario chiedendo di giocare con umiltà e rispetto ai suoi per evitare brutte figure: “Dobbiamo rispettare l’avversario e capire come gioca. Il Parma si chiude e poi riparte. E quando riparte fa paura. Dobbiamo tenere palla e giocare, ma dobbiamo fare attenzione e non sbagliare in uscita. Ci saranno quasi 60mila tifosi e per noi deve essere motivo d’orgoglio. Ci possono mettere in difficoltà, ma anche noi se giuochiamo bene possiamo far male”.- prosegue -“Non mi preoccupa la stanchezza, abbiamo tempo per recuperare. Abbiamo 95′ da battagliare col Parma. Mi preoccupa la tipologia di gioco che hanno i ducali. Hanno fisicità. Quando saltano in area possono far male, così come in campo aperto. Hanno grande convinzione e fanno un calcio difficile da fare. Si difendono bene, facendo anche grande pressione. Davanti hanno giocatori che possono fare male e secondo me giocherà Biabiany, che è un motorino quando riparte. Sono giocatori che con la loro velocità e organizzazione ci possono mettere in difficoltà”.

Il tecnico rossonero ha trattato anche l’argomento calciomercato, dato che in questo momento di emergenza, c’è bisogno di tappare i buchi lasciati dagli infortunati: “Mi piacciono tutti i grandi giocatori. Mi piacciono anche Modric, Kanté e tanti altri.. Ma sono domande da fare a Leonardo o a Maldini. Non è che mi aggiornano tutti i giorni sulle possibilità di mercato. Parliamo solo quando si possono fare operazioni all’80-90%. Stanno uscendo tanti nomi. Fabregas? Sì, mi piace. Ma non c’è nulla di concreto”.

Gattuso ha parlato anche delle sue seconde linee come Jose Mauri che scalpita per una maglia da titolare nel lunch match: “Bisogna confermarsi e fare bene. Josè Mauri ha fatto bene con il Dudelange quando è entrato. Bisogna continuare. Anche Bertolacci, ha sbagliato un po’ di palloni, ma la prestazione che ha fatto non era da buttar via. I giocatori devono farsi trovare sempre pronti, sulle gerarchie non è cambiato sicuramente nulla. C’è anche Montolivo, si deve allenare bene, perchè anche lui ha la possibilità di entrare in campo”.
 

Probabili formazioni:

Milan (4-3-3):Donnarumma; Calabria, Abate, C. Zapata, R. Rodríguez; Kessié, Mauri, Bakayoko; Suso, Cutrone, Çalhanoglu.

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Barillà, Scozzarella, Grassi; Gervinho, Inglese, Biabiany.