Luiz Felipe, il brasiliano che ha condannato la Lazio

Lazio, il rigore di Luiz Felipe ti impedisce di andare in finale

Non è certo da un calcio di rigore che si giudica un calciatore. Ne sanno qualcosa emblemi del calcio come Maradona oppure ne sappiamo qualcosa anche noi italiani, quando nel 1994 Roberto Baggio sbagliò quel rigore in finale contro il Brasile ai mondiali in USA. Insomma in quei momenti si sa quanto pesa il pallone. Sicuramente pesava molto anche ieri sera, quando a calciare i rigori i giocatori di Lazio e Milan fallivano continuamente. Fatale, però, è stato l’errore di Luiz Felipe, che ha calciato alto il tiro dal dischetto che avrebbe portato la sfida al oltranza. A causa di quell’errore la Lazio è stata costretta a dire addio al sogno di accedere nuovamente alla finale di Coppa Italia 2017/2018, alla quale vi partecipa il Milan grazie all’ultimo penalty siglato da Alessio Romagnoli.

Luiz Felipe, il centrale di difesa brasiliano con una carriera davanti a sé

Luiz Felipe è nato a Colina il 22 marzo 1997 ed è un calciatore brasiliano con dei buoni piedi. Il ruolo che ricopre attualmente è quello di centrale difensivo, ma all’occorrenza potrebbe anche adattarsi, occupando la posizione di terzino sinistro. Dispone di una grande personalità, essendo abile anche nell’impostazione del gioco. Luiz Felipe somiglia per caratteristiche tecniche a Stefan De Vrij suo compagno di squadra attualmente alla Lazio. Potrebbe verificarsi nel giugno 2018 una staffetta, dato che il difensore olandese non vuole saperne di rinnovare il contratto. Quindi il suo posto potrebbe essere preso proprio dal giovane centrale brasiliano. In carriera è stato notato quando giocava nell’Ituano, club brasiliano dove mette in mostra le sue doti. La Lazio lo acquista nel 2016 per una cifra intorno ai 500 mila euro, ma viene girato immediatamente in prestito alla Salernitana. In totale scende in campo solo 7 volte siglando per ora l’unica rete nel derby contro il Benevento. Nel 2017 è ritornato a vestire biancoceleste, riuscendo anche a partecipare e vincere la Supercoppa Italiana contro la Juventus.