L’Inter rischia ma vince: Inter-Sampdoria finisce 3-2

Inter

Termina la prima partita della decima giornata di Serie A: l’anticipo Inter-Sampdoria finisce 3-2 in favore dei nerazzurri, che hanno chiuso la partita nel primo tempo (2-0) ma che hanno rischiato di pareggiarla nel secondo. Nel tabellino dei marcatori nerazzurri entrano Mauro Icardi (doppietta) e Milan Skriniar (classico gol dell’ex, tap-in vincente su calcio d’angolo). Per i blucerchiati, invece, a segno al 19′ del secondo tempo Dawid Kownacki (secondo gol in Serie A) e Fabio Quagliarella al 40′.

Inter-Sampdoria: un tempo a testa

Nel primo tempo, fino al 10′, ci sono solo fiammate blucerchiate. E’ una Sampdoria molto propositiva e pimpante quella che si presenta a San Siro. Poi però, al 20′, arriva il vantaggio firmato dall’ex Skriniar. Da lì è buio blucerchiato: i nerazzurri dominano per tutto il primo tempo e, sul finale, raddoppiano con Mauro Icardi con la complicità di Puggioni.

Nel secondo tempo di nuovo tanta Inter, che trova il 3-0 di nuovo con Icardi che firma una doppietta. La Samp, subito il terzo gol, non si demoralizza e dal 65′ in poi domina in lungo e in largo. Al 70′ Kownacki accorcia le distanze (secondo gol in Serie A, in due presenze) e la Sampdoria continua a crederci. Gli sforzi pagano e al 40′ arriva il 3-2 firmato Fabio Quagliarella. Non passa molto che, al 47′, Caprari si divora il 3-3.

Una partita gradevole quanto ostica, che i nerazzurri hanno saputo vincere rischiando. I blucerchiati, dal canto loro, non hanno molto da rimproverarsi: l’Inter è in piena corsa scudetto e, giocarci contro, si è rivelato più difficile di quanto si potesse pensare.

La Sampdoria paga gli errori clamorosi di Puggioni

Inter-Sampdoria è stata decisa anche da due errori clamorosi di Puggioni. Il primo su gol di Skriniar, che non ha dovuto far altro, una volta sulla linea con la palla, che insaccarla in fondo alla rete. Lì il portiere blucerchiato non è stato particolarmente reattivo.

Il secondo errore quello che ha portato al 2-0 di Icardi: al momento del tiro al volo Puggioni non era in posizione avanzata rispetto alla linea di porta (gravissimo errore, perchè così non si copre l’intero specchio) e, in più, non era sulla traiettoria della palla. L’Inter vince anche grazie a lui.