L’immortale Pellissier salva Maran, Chievo-Hellas 3-2, l’analisi del match!

Chievo-Hellas 3-2

Si è conclusa la stracittadina tra Chievo ed Hellas Verona terminata con la vittoria degli uomini di Maran che ora volano in classifica.

Chievo-Hellas 3-2, l’analisi del match

Primo tempo

Nei primi minuti di gara parte fortissimo l’Hellas che si fa vedere con insistenza dalle parti di Sorrentino. Il vantaggio della squadra di Pecchia arriva al 6′ quando Daniele Verde sfrutta un cross respinto di Caceres per ribadire il pallone nella porta spalancata. Dopo la rete subita, si catapultano in attacco i clivensi che con due goal arrivati da calcio da fermo ribaltano il risultato. Al 23′, Birsa batte un calcio di punizione dalle trequarti, Inglese spizza di testa e insacca; pochi minuti più tardi è ancora il bomber di Maran a timbrare il cartellino realizzando un penalty conquistato da Hetamaj. La prima frazione di gara si chiude con un’ingenuità di Zuculini che riceve il secondo giallo e lascia i suoi in 10.

Secondo tempo

Nel secondo tempo si pensava ad un crollo dell’Hellas Verona, ma i Mastini, nonostante l’uomo in meno, si fanno sotto per recuperare il risultato. Al 10′ della ripresa, Gamberini tocca di mano sul colpo di testa di Caceres, l’arbitro Abisso, dopo aver consultato il Var, assegna il rigore che Pazzini realizza freddamente. Qualche minuto più tardi entra l’eterno Sergio Pellissier che prende il posto di Pucciarelli al fianco di Inglese. Tempo di ambientarsi in campo che l’attaccante valdostano, con una rete rocambolesca, riesce a realizzare la rete decisiva che regala la vittoria ai clivensi. Nel finale c’è spazio anche per Stepinski, il neo-entrato riesce a segnare il goal del 4-2 ma il direttore di gara lo annulla per fuorigioco. Al triplice fischio festeggiano i tifosi del Chievo che possono godersi la supremazia cittadina e un’ottima posizione in classifica.