Lazio-Roma 0-0, il derby capitolino non va a nessuno. Roma ferma al palo, continua la rincorsa Champions per entrambe.

Si è appena concluso con il risultato di 0-0 il derby capitolino tra Lazio e Roma. Match abbastanza deludente sul piano del gioco. Entrambe le squadre infatti hanno badato a non concedere spazi più che ad attaccare. Andiamo dunque a vedere l’analisi del match.

Primo tempo

Primo tempo all’insegna dell’equilibrio in campo, con un’occasione per parte.La prima parte della prima frazione di gioco è di marca biancoceleste, con i giocatori di Inzaghi che sono però ben tenuti dalla linea difensiva della Roma e finiscono spesso in off-side. La prima occasione del match ce l’ha Parolo al 7′. Immobile fa a sportellate con i centrali difensivi degli ospiti, palla che resta vagante al limite dell’area. Il primo ad arrivare è Parolo che prova la botta ma il tiro termina alto sulla traversa. Al 10′ prima ammonizione del match comminata a Lucas Leiva. Partita che dopo l’occasione per la Lazio si addormenta un pò, nessuna delle due squadre sembra voler rischiare. Al 37′ la chance più nitida del primo tempo capita a carico dei giallorossi. Nainggolan fa filtrare un pallone perfetto per Bruno Peres posizionato sul lato destro dell’area di rigore. Tiro dell’esterno braisliano che si stampa sul palo. Prima di questa occasione altri due ammoniti, uno per parte. Juan Jesus per gli ospiti e Luiz Felipe per la Lazio. Primo tempo che si conclude con ben 4 ammoniti, poichè ai già 3 citati si aggiunge Radu. Parte finale del primo tempo molto intensa, con entrambe le squadre che pressano grazie anche al ‘risveglio’ della Roma. Nonostante ciò nessun episodio eclatante da segnalare dopo il palo di Peres, prima frazione che si chiude al 45′ senza extra-time.

Secondo tempo

Secondo tempo che si apre come si era aperto il primo. Meglio la Lazio nei primi minuti della ripresa con Anderson che prova ad accendersi e con Manolas che rischia di mandare Immobile in porta, prima che lo stesso greco metta rimedio al suo errore. Al 55′ primo cambio del match. Fuori Schick, ancora deludente, dentro Under. Forze fresche dunque per Di Francesco che vuole provare a mettere in difficoltà gli avversari. Al 58′ ci prova Dzeko con un destro a giro dal limite. Palla che sorvola la traversa. La Roma prova a prendere in mano le redini della partita, la Lazio si abbassa molto. Al 59′ dentro Luis Alberto, fuori un insoddisfacente e spento Anderson. Il brasiliano visibilmente contrariato al momento del cambio avrebbe detto ad Inzaghi ‘sempre a me’. Al 60′ fuori Lulic per Lukaku. Al 63′ quinta ammonizione del match comminata a Strootman. Match che a mezz’ora dalla fine si accende. Immobile al 65′ conclude a lato dopo un’ invenzione geniale di Milinkovic-Savic. 5 minuti dopo calcio di punizione di Luis Alberto, De Rossi devia rischiando l’autogol. Palla che si spegne a lato. Al  75′ fuori Manolas causa qualche piccolo fastidio, dentro Florenzi. Al 76′ ci prova Luis Alberto da 25 metri. Palla a lato non di molto. Meglio la Lazio in questo frangente, ma l’equilibrio continua a regnare in campo e nel punteggio. All’80 momento chiave del match. Radu prova a fermare una ripartenza giallorossa con una trattenuta. Secondo giallo e rosso. La Roma si sveglia. All’81 Kolarov ci prova dalla distanza, palla che termina alta sopra la traversa. All’84’ cross di Milinkovic-Savic, sponda di Leiva e tiro di Marusic, sfortunato nel trovare la deviazione provvidenziale di El Shaarawy in angolo. Al 90′ l’episodio più incredibile del match. Dzeko ha una clamorosa doppia opportunità ma prima trova la deviazione di Strakosha, e poi sulla ribattuta la palla si stampa sulla traversa!. L’arbitro assegna 3 minuti di recuopero. Al 91′ ancora Dzeko ci prova da fuori, palla a lato non di molto. Al 93′ ci prova invece Milinkovic-Savic con un tiro da centrocampo, palla fuori di poco. Si conclude così il derby della capitale, con 0 gol e e tante ammonizioni.