Juventus-Manchester United 1-2: una Juve sprecona perde al 90′ con un autogol

I Red Devils sbancano sul fotofinish lo Juventus Stadium con un autorete clamorosa di Alex Sandro dopo i gol di Ronaldo e Mata su punizione.

PRIMO TEMPO

Nel primo tempo la Juventus domina il gioco con numerosi conclusioni in rete anche dalla lunga distanza. Il grande ex Cristiano Ronaldo impensierisce De Gea più di una volta, come al 34′ quando manda al bar la difesa del Manchester e serve la palla su un piatto d’oro per Khedira. Il tedesco appena ritornato da un lungo infortunio, lasciato da solo in area, colpisce in pieno il primo palo sprecando una grandissima occasione di passare in vantaggio.

 

SECONDO TEMPO

La Juventus continua a dominare nel secondo tempo, questa volta con Dybala, che al 49′ sforna il suo marchio di fabbrica, un mancino potentissimo, che però si stampa sulla traversa. Lo United ci prova in contropiede con Martial e Sanchez, ma non riesce a concludere in porta.
Il primo gol arriva al 64′ proprio con Cristiano Ronaldo, che segna un grandissimo gol al volo su un lancio dalla difesa di Bonucci che spiazza De Gea.
Mourinho inserisce Rashford, Mata e Fellaini per riaddrizzare la partita e ci riesce.
All’ 85′ Juan Mata trova il pareggio con una punizione magistrale, che galvanizza i Red Devils. Al 90′ ancora su palla inattiva, la difesa della Juventus, portiere compreso si lascia trovare impreparata. Dopo numerosi rimpalli è Alex Sandro a spingerla involontariamente nella porta sbagliata.