Juventus-Inter: bomber a confronto

"Juventus-Inter è una bellissima sfida, piena di grandi campioni. Normale che le aspettative dei tifosi riguardino in particolare Cristiano Ronaldo e Mauro Icardi e probabilmente alla fine saranno loro a deciderla". E' la previsione del ct azzurro Roberto Mancini, oggi a Coverciano per il Seminario Ussi/Figc, sul derby d'Italia.

Juventus-Inter è anche Ronaldo contro Mauro Icardi. Il cinque volte pallone d’oro contro il miglior giocatore della serie A della scorsa stagione. Entrambi importanti e decisivi per le sorti dei bianconeri il primo e dei nerazzurri il secondo. Sulla carta, il confronto sembra quasi una blasfemia dato che Cr7 ha vinto ben 26 titoli con i club, 5 ballon d’or e l’europeo 2016 con il Portogallo. Icardi è ancora fermo a zero ma la sua fame di vittorie va di pari passo con la sua insaziabilità in fase realizzativa.

Oltre al fascino del derby d’italia che regala sempre emozioni forti, abbiamo anche l’inedito confronto fra due maestri del gol.

Numeri a confronto:

Andiamo ad analizzare ora i numeri dei due fuoriclasse. Partiamo dai gol: Cr7, in questa stagione ha segnato 11 gol in 18 presenze, 10 dei quali in campionato in 14 presenze. Per il capitano nerazzurro i gol siglati in campionato sono 8 in 11 presenze mentre in champions, la sua prima, ha totalizzato 3 reti in 5 presenze, per un totale di 11 reti in 16 presenze. Sono rispettivamente il 29% e il 34% dei gol segnati, fra champions e campionato, da Juve e Inter. Insomma, pesanti. MI9 quindi ha segnato gli stessi gol del portoghese ma in meno presenze, un punto a favore per l’argentino. Altro punto a favore per lcardi è la percentuale realizzativa (quanti tiri ci vogliono entrambi per segnare): la percentuale realizzativa di Ronaldo è del 10% (Ogni 100 tiri 10 gol), mentre quella dell’ex Samp è del 27% (Ogni 100 tiri 27 gol).

Più netto, invece, il divario in fatto di assist. Ronaldo ha realizzato ben 6 assist, mentre Icardi si ferma a 2, brilla lo juventino come uomo squadra, mentre Maurito è un pò più individualista, finalizzatore delle manovre nerazzurre.

Entrambi i giocatori sono capaci di cambiare la partita con un semplice tocco, li puoi amare, li puoi odiare tanto loro non tarderanno mai all’appuntamento con il gol. Una sfida stellare che sembra essere solo all’inizio, in vista della sfida diretta di venerdì allo Stadium.

“Normale che le aspettative dei tifosi riguardino in particolare Cristiano Ronaldo e Mauro Icardi e probabilmente alla fine saranno loro a deciderla”.