“Italiani in Russia”: sei i giocatori della Serie A che parteciperanno alla finalissima

Italiani in Russia / Sarà dunque Francia-Croazia la finalissima di Russia 2018. Vent’anni dopo la semifinale di Francia 1998, le due Nazionali si sfidano nella partita più importante di tutta la stagione, per decretare chi sarà la squadra Campione del Mondo.

Una finale che sarà inedita: mai, nella storia, queste due squadre si sono sfidate in una finale mondiale. Anzi, la Croazia arriva, per la prima volta, all’appuntamento conclusivo del torneo. Questo, per i vatreni, è già un risultato storico. Ma non si accontenteranno, lo hanno già dimostrato.

La nostra Serie A, da questo punto di vista, sarà ben rappresentata. Se, da una parte, nella Francia ci sarà un solo giocatore del nostro campionato, la Croazia porta in dote un’ottima componente “italiana”.

Croazia “made in Italy”

Ci sarà il neo milanista Strinic, terzino sinistro titolare, poi ci saranno i due interisti Perisic e Brozovic. L’ex Wolfsburg e Borussia Dortmund, tra l’altro, è stato determinante trovando il gol del pareggio in semifinale con l’Inghilterra. Ci sarà il viola Badelj, anche se viola non sarà più quest’anno. Infine, ci sarà lo juventino Mandzukic, autore del gol decisivo ieri sera e autentico eroe di questa Nazionale.

Potremmo aggiungere anche i due giocatori in prestito: Ante Rebic, infatti, è ancora di proprietà della Fiorentina, mentre Marko Pjaca, per ora, è della Juventus.

Per la Francia, invece, ci sarà il solo Matuidi (Juventus) a difendere i colori della Serie A, rendendo i campioni d’Italia l’unica squadra sicura di avere un Campione del Mondo in squadra.

Tantissime, inoltre, le vecchie conoscenze del nostro campionato. Ci sarà Paul Pogba, ex giocatore della Juventus, come anche Mateo Kovacic – ex Inter – e Sime Vrsaljko (ex Genoa e Sassuolo, ma dato molto vicino all’Inter in ottica calciomercato).

Anche Jedvaj è passato, brevemente dalla Serie A con la maglia della Roma, mentre Areola, a Roma, potrebbe finirci presto.

Insomma, tanta Serie A in questa finale, che concluderà un Mondiale che, nonostante l’assenza dell’Italia, sarà ricordato a lungo.