Italia-Portogallo 0-0, analisi del match: tante occasioni, zero gol!

La Nazionale di Roberto Mancini con il pareggio di questa sera chiude seconda il girone della Nations League. Portogallo qualificato.

PRIMO TEMPO

L’Italia schiera una formazione ancora nuova con la novitá del centrocampo Verratti-Jorginho-Barella. Nei primi minuti Insigne sforna un destro dai 25 metri. Volo di Rui Patricio e Immobile che spreca il tap-in.
Chiesa si fa pericoloso sulla destra con dei cross velenosi in mezzo. Verratti dialoga spesso con Barella che prova il tiro da fuori.
Insigne lancia in area Immobile, ma Rui Patricio anticipa. Italia molto propositiva, le azioni partono tutte da Verratti. Occasione al 34′ con Rui Patricio che salva ancora su Immobile.
Su punizione Bonucci sfiora il gol con un colpo di testa.
Prestazione convincente degli azzurri, manca solo il gol.

SECONDO TEMPO

I ritmi nel secondo tempo sono leggermente rallentati: il Portogallo prova ad aumentare il possesso palla e cerca di sfruttare le incursioni di Cancelo, uno dei migliori dei portoghesi.
Nel Portogallo entra Joao Mario, per l’Italia Lasagna entra al posto di uno spento Immobile.
Al 75′ occasione per il Portogallo con un tiro di William Carvalho su respinta di Bonucci, deviato da Donnarumma. Entrano anche Pellegrini e Guerreiro.
Mancini prova anche la carta Berardi al posto di uno stremato Chiesa.
IL Portogallo prova a ripartire con Andrè Silva, murato da Chiellini.
Finisce a reti bianchi una partita ricca di occasioni, poco fortunati gli attaccanti.