Inter Primavera: altro trionfo, questi ragazzi meritano la Serie A?

La Primavera dell'Inter domina il palcoscenico italiano da anni. Perchè non lanciarli in Serie A?

Di chi è il merito?

Indubbiamente alla base di tutti questi successi in campo giovanile c’è una rete di osservatori forte che, in giro per l’Italia e non solo, pesca ottimi talenti. Basti pensare a Colidio, che ha sbloccato la gara ieri sera, scoperto dal Boca Juniors o al gioiellino Odgaard, trovato in Danimarca. Una volta acquistati però, questi giocatori devono essere messi in campo, migliorarsi sotto tutti gli aspetti e fare esperienza. Ed è qui che entra in gioco il lavoro di Stefano Vecchi ed il suo staff. Un lavoro che, oltre a tanti trofei, ha lanciato molti ragazzi che ora sono in pianta stabile nel calcio che conta. Vi diciamo solo alcuni nomi: Bonucci, Benassi, Santon, Duncan e Balotelli. Tutti giocatori usciti dal vivaio nerazzurro che ora sono protagonisti nel massimo campionato italiano.

Questi ragazzi meritano la Serie A?

Veniamo ora al quesito che ci chiediamo dall’inizio: questi giovani meritano la Serie A?. A questa domanda non esiste una vera risposta. Un giocatore la Serie A se la guadagna giocando e facendo vedere le proprie qualità a quei livelli. Dunque a questi ragazzi serve una chance, un allenatore con la faccia tosta di schierare dei ragazzini potenzialmente forti. Pensiamo solo al Milan. I rossoneri non sono tra i settori giovanili più forti d’Italia. Eppure in questi anni sono stati lanciati dalla Primavera ragazzini come Calabria, Donnarumma, Locatelli, De Sciglio e Cutrone con risultati eccellenti dato che tre di questi cinque hanno esordito con la nazionale italiana. Ed allora perchè non tentare con i vari Emmers, Odgaard, Zaniolo ecc. di qui si parla così tanto bene?. Per alcuni una prima chance ci potrà essere. Su Zaniolo c’è forte il Sassuolo mentre Emmers e il portiere Radu sono molto vicini alla maglia del Genoa. Un giusto premio per chi da anni domina il palcoscenico giovanile. Il treno per la Serie A sta passando e starà all’Inter decidere chi far salire.