Inter, Perisic ancora in gol: sarà lui l’arma in più dei nerazzurri?

Ancora un gol per Ivan Perisic con la sua nazionale. Può essere la sua stagione?

Sarà il suo anno?

In un inizio così così per l’Inter, Perisic ha dimostrato ancora una volta il suo immenso valore. Ancora in gol, e che gol, nell’amichevole di ieri tra la sua Croazia ed il Portogallo. Già, proprio quella che Croazia un po’ interista, con i vari Vrsaljko e Brozovic, che poteva diventarla ancor di più quest’estate con Modric. Quel giocatore che ad Appiano Gentile cercavano a tutti i costi per far fare alla squadra il salto di qualità definitivo. Ora che il giocatore del Real Madrid non è arrivato però, toccherà agli uomini cardine dei nerazzurri prendere sulle spalle la rosa. E tra questi rientra proprio Ivan Perisic. Per lui una passata stagione in chiaroscuro, con una prima parte in cui era devastante ed una seconda un po’ più in ombra. Poi il Mondiale da favola, per lui e la sua Croazia, con quel gol in finale che ha fatto sognare un popolo intero, ma che non è bastato. Per lui in totale 11 gol e 11 assist, più 3 gol nella rassegna iridata. Numeri che però non testimoniano una mancanza di continuità che ancora non gli permette la definitiva consacrazione tra i top player del panorama europeo.

La sua importanza nel gioco di Spalletti

Come già detto, l’esterno croato è un elemento fondamentale nel gioco di Spalletti. Un giocatore completo come pochi in Europa in quel reparto per velocità, tecnica e fisico. Un mix di qualità che gli permettono di essere imprevedibile. L’avversario infatti non saprà mai cosa aspettarsi da uno che può benissimo andare a crossare col sinistro oppure rientrare e calciare con il destro. Non a caso quando lui spegne la luce, l’Inter fatica a trovare altre soluzioni offensive. La continuità il suo più grande problema, quel piccolo ed ultimo step per entrare nel circolo dei migliori esterni in Europa. Quella consacrazione che cercherà quest’anno. Se queste sono le premesse, i nerazzurri possono sognare in grande.